Vuelta a España 2021, caduta e ritiro di Giulio Ciccone: profonda ferita al ginocchio ma nessuna frattura per lui (Aggiornato)

Finisce ad inizio terza settimana la Vuelta a España 2021 di Giulio Ciccone. Coinvolto ad inizio tappa nella maxi-caduta che ha segnato le prime fasi di corsa, il capitano della Trek – Segafredo è apparso tra i più colpiti, restando a lungo fermo per poi farsi assistere dalla vettura medica. Riuscito a rientrare in gruppo dopo un difficile inseguimento, l’abruzzese ha poi dovuto alzare bandiera bianca a circa 80 chilometri dal traguardo. Dopo il ritiro dal Giro d’Italia, per il classe 1994 un’altra grande delusione in questa stagione difficile.

AGGIORNAMENTO ORE 19: La squadra ha aggiornato sulle condizioni del 26enne dopo il termine della tappa. Il corridore, infatti, dopo essere stato visitato dal medico della squadra sul bus, è stato portato in ospedale per ulteriori accertamenti per valutare le condizioni del ginocchio destro. L’abruzzese ha riportato una profonda ferita lacero-contusa nella parte interna del ginocchio destro causata dalla corona più grande di una bicicletta. In questo momento si trova all’ospedale di Santander con il medico di squadra Emilio Magni per ulteriori esami. Si attendono i risultati degli esami per ulteriori aggiornamenti sulle sue condizioni. 

AGGIORNAMENTO ORE 20:40: Le analisi svolte all’ospedale di Santander non hanno fortunatamente rilevato fratture all’anca destra e alla tibia. Ciccone tornerà ora a casa per affrontare il recupero, in seguito al quale si decideranno i prossimi passaggi e le prossime gare.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.