© Sirotti

Giro d’Italia 2020, Geraint Thomas lascia la Corsa Rosa per una piccola frattura pelvica

Geraint Thomas saluta il Giro d’Italia 2020. Dopo la caduta di ieri che lo ha portato ad uscire di classifica, il capitano della Ineos Grenadiers stamani non si è presentato al foglio firma, decidendo di lasciare la Corsa Rosa a causa delle botte subite. Una notte difficile quella del gallese, che ieri si era recato in ospedale per verificare la presenza di fratture, inizialmente escluse, ma nuovi esami effettuati questa mattina hanno evidenziato la presenza di una “piccola frattura non scomposta nella parte inferiore del bacino“. Il suo ritiro è dunque in misura precauzionale, secondo quanto riporta il medico sociale Phil Riley, che spiega come si tratti di “un infortunio che può facilmente aggravarsi”

“È davvero frustrante – commenta il vincitore del Tour de France 2019, considerato sino a ieri il grande favorito di questa edizione – Ho lavorato molto in vista di questa corsa. Ho fatto tutto quello che potevo e sentivo che ero nella stessa forma, se non migliore, rispetto a quando ho vinto il Tour. Mi sentivo davvero molto bene, quindi doverla chiudere così è davvero doloroso.
Malgrado il forte ritardo in classifica, il gallese spiega che avrebbe comunque voluto essere al via stamani: “Mi sono svegliato e volevo partire con i ragazzi, almeno per aiutarli nell’inseguire qualche tappa nei prossimi giorni, ma nel profondo sentivo che c’era qualcosa che non andava, quindi siamo andati ad effettuare alcuni controlli aggiuntivi. In qualche modo il fatto che ci sia una frattura rende più semplice la decisione, perché ovviamente non voglio aggraveare la situazione”
pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.