© ASO

Tour de France 2021, Geraint Thomas: “In questo team non ci sono egoismi. Siamo quattro a parità di condizioni, ma non dobbiamo esagerare, è impossibile proteggere quattro corridori”

Geraint Thomas racconta le ambizioni della Ineos Grenadiers per il Tour de France 2021. Il gallese fa parte della selezione stellare del team britannico e sembra esserne il capitano designato (insieme a Richard Carapaz), soprattutto grazie all’importanza delle cronometro nel percorso di quest’anno. Intervenuto in conferenza stampa, comunque, il vincitore dell’edizione 2018 ha sottolineato che nel team sono in quattro a potersela giocare (Richie Porte e Tao Geoghegan Hart gli altri due – ndr), anche se sarà impossibile tenerli protetti tutti e quattro.  Il classe ’86 però ha sottolineato che nel team non ci sono egoismi e ognuno è pronto a sacrificarsi per gli altri.

Siamo a parità di condizioni – ha spiegato –  Ci sono quatto corridori che possono giocarsela ed è fantastico. Abbiamo più carte da giocarci. Allo stesso tempo però non possiamo esagerare e provare a proteggere quattro corridori. Sarebbe impossibile e soprattutto un dispendio di energie troppo grande per gli altri quattro. Ma se riuscissimo a restare tutti in distanze ravvicinate, potrebbe essere una grande forza. Partire  con un grande team è un ottima cosa, la comunicazione sarà la chiave. La cosa buona è che non ci sono egoismi in questo team. Questo è il motivo per cui siamo andati così bene fin qui in questa stagione”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.