Tour de France 2021, Arnaud Démare: “Al Giro ho fatto belle cose, ma il Tour è sempre il Tour. Non ho la presunzione di dire che riuscirò a fare le stesse cose”

Arnaud Démare è contento di poter correre il Tour de France 2021. Dopo aver stradominato le volate del Giro d’Italia 2020, il velocista della Groupama-FDJ quest’anno potrà tornare a competere sulle strade del GT di casa, dove manca dal 2018, e in conferenza stampa non ha nascosto tutta la sua felicità per quest’opportunità. Lo sprinter transalpino ha poi parlato anche dei suoi obiettivi, spiegando che le prime due tappe sono troppo dure per lui e quindi non cercherà la prima maglia gialla, ma proverà a sfruttare le tante opportunità che il percorso di quest’anno mette a disposizione degli sprinter.

“Sono contentissimo di tornare al Tour – ha esordito nella conferenza stampa di presentazione della Grande Boucle –  Al Giro ho fatto belle cose, ma il Tour è il Tour. Ci sono un po’ di tappe per velocisti, insieme alla squadra daremo il massimo per cercare delle belle vittorie”

Nonostante la conquista della maglia ciclamino al Giro d’Italia 2020, l’ex campione nazionale francese non partirà con l’obiettivo di conquistare la maglia verde, ma valuterà la situazione al termine della prima settimana: “Sarà un obiettivo una volta che sarò già nella lotta. Bisogna far passare la prima settimana per capire come sarò piazzato. Non ho la presunzione di dire che riuscirò a fare quello che ho fatto al Giro”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.