© Tour du Limousin

Tour du Limousin 2019, zampata di Benoît Cosnefroy! Tappa e maglia per lui

Si è disputata questo pomeriggio la terza tappa del Tour du Limousin 2019, con il successo di Benoît Cosnefroy che ha piazzato l’attacco decisivo all’ultimo chilometro della Chamboulive – Beynat (176,8 km), riuscendo a sconfiggere la resistenza del leader, Lilian Calmejane (Total Direct Energie), che non è riuscito a seguirlo. Alle spalle del corridore della Ag2r La Mondiale si sono piazzati Julien Simon (Cofidis) e Guillaume Martin (Wanty-Gobert), giunti con quattro secondi di ritardo. Il gruppo più numeroso, giunto a 11 secondi dal vincitore, è stato regolato dall’azzurro Kristian Sbaragli (Israel Cycling Academy). Ora, Cosnefroy guida la classifica generale con 11 secondi di margine su Calmejane e 16 sullo spagnolo Mikel Aristi (Euskadi Basque Country-Murias).

Dopo vari tentativi, di gruppi di corridori anche piuttosto numerosi, è un drappello di undici uomini quello che riesce a portare via la fuga di giornata, composta da: Dimitri Claeys (Cofidis), Nans Peters (AG2R La Mondiale), Luca Covili (Bardiani-CSF), Romain Le Roux (Arkéa-Samsic), Francesco Gavazzi (Androni Giocattoli-Sidermec), Delio Fernandez (Delko Marseille Provence), Romain Sicard (Total Direct Energie), Juan Antonio Lopez-Cozar Jaimez (Euskadi Basque Country-Murias), Joan Bou (Nippo-Vini Fantini-Faizanè), Quentin Pacher (Vital Concept-B&B Hôtels) e Fabien Doubey (Wanty-Gobert Cycling Team).

Gli undici battistrada raggiungono un vantaggio massimo di 5 minuti con Francesco Gavazzi che è a lungo il leader virtuale della corsa. Raggiunto questo margine, però, in testa al gruppo la Israel Cycling Academy nella persona di Guy Sagiv si mette a tirare in testa al gruppo per ridurre il gap dalla testa della corsa. Si arriva così alla Cote de Lagleygeolle con un distacco di 3’ 30” tra il gruppo e i battistrada, con Nans Peters che accelera in salita, ma l’unico a farne le spese è Joan Bou che perde definitivamente le ruote dei compagni di fuga.

Luca Covili passa per primo al GPM e diventa il leader virtuale della classifica dedicata agli scalatori, con i battistrada che mantengono un vantaggio di 2’ 50” quando mancano 45 km all’arrivo. Nelle fasi immediatamente successive, la fuga si sfalda, con Claeys, Gavazzi e Doubey che provano ad allungare sugli altri, salvo essere ripresi poco dopo. Il gruppo intanto continua ad avvicinarsi, e così Claeys ci prova di nuovo, questa volta da solo, quando il suo ritardo è vicino al minuto. Il belga riesce a gudagnare un discreto vantaggio, transitando per primo in cima alla Côte de Dampniat, a 13 chilometri dall’arrivo, inseguito da Gavazzi, Lopez-Cozar, Sicard e Peters. A otto chilometri dalla conclusione, Claeys ha ancora 25” di vantaggio sul solo Sicard e 45 sul gruppo, forte solo di una ventina di unità, in forte rimonta. Il belga resiste fino all’ultimo chilometro, in leggera salita, quando deve cedere il passo allo scatto poderoso di Cosnefroy che lo raggiunge e supera a 500 metri dall’arrivo.

Risultato Terza Tappa Tour du Limousin 2019

Classifica generale Tour du Limousin 2019

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.