Japan Cup 2022, assolo di Neilson Powless – Andrea Piccolo completa la doppietta EF, 7° Giulio Ciccone

Neilson Powless si prende la Japan Cup 2022. Il corridore della EF Education-EasyPost  è arrivato in solitaria sul traguardo dopo essersi liberato della compagnia a circa 15 chilometri dal traguardo, in una gara in cui sia lui che la sua squadra sono stati protagonisti. 12” dopo di lui, infatti, a completare la doppietta è arrivato Andrea Piccolo, che ha piazzato un attacco negli ultimi 3 chilometri, resistendo poi al ritorno di Ben Dyball, specialista delle corse orientali che completa il podio. Per quanto riguarda i colori italiani va segnalata anche la settima posizione di Giulio Ciccone (Trek-Segafredo), anche lui spesso nel vivo dell’azione.

La corsa parte subito forte con il forcing della Trek-Segafredo che spezza il gruppo ancor prima della scalata del Monte Kogashiyama, che serve a fare ulteriore selezione. Alla Trek-Segafredo si uniscono poi anche Cofidis e EF Education-EasyPost che riducono il gruppo a 25 unità quando mancano 90 chilometri alla conclusione.

Un altro gruppetto riesce a riportarsi sotto, ma soprattutto la Trek-Segafredo continua a fare un grande forcing, con il supporto stavolta anche di Tim Wellens (Lotto Soudal) oltre che di Axel Zingle (Cofidis). Ai -35 Neilson Powless (EF Education-EasyPost) e Simon Geschke (Cofidis) rompono gli indugi e portano il primo serio attacco al gruppo, che reagisce con Giulio Ciccone (Trek-Segafredo), che è il primo a transitare in vetta al terzultimo passaggio sul Kogashiyama, con il suo compagno Antwan Tolhoek che poi si mette a fare il ritmo in testa al gruppo fin poco dopo l’ingresso nel penultimo giro di circuito.

Ai -18 inizia lo show della EF con PowlessAndrea Piccolo che iniziano ad attaccare a turno, finché nessuno riesce a rispondere allo statunitense ai -15. A quel punto il classe ’96 si invola in solitaria verso il successo, mentre alle sue spalle il compagno di squadra italiano si libera degli avversari ai -3 e nel finale resiste al ritorno di Benjamin Dyball  (UKYO), riuscendo così ad arrivare a sua volta a braccia alzate sul traguardo per festeggiare il bel risultato personale e di squadra, nonostante sia costretto a rimandare al 2023 l’appuntamento con la prima vittoria stagionale.

Risultato Japan Cup 2022

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio