© BORA - hansgrohe / VeloImages

Presentazione Squadre 2019, Bora-Hansgrohe

La Bora-Hansgrohe conferma la sua volontà di lottare su tutti i fronti nel 2019. Al terzo anno nel circuito World Tour la formazione tedesca di Ralph Denk non potrà sfoggiare la maglia iridata in gruppo, ma ha operato sul mercato per rinforzarsi ulteriormente. Se il 2018 l’ha vista festeggiare 33 volte, portarsi a casa una Classica Monumento (la Parigi-Roubaix) e tappe in due dei tre Grandi Giri, il prossimo anno chiama al riscatto proprio sulle tre settimane, con l’atteso rilancio di Rafal Majka che deve necessariamente essere accompagnato dalla crescita dei più giovani, finora solo comprimari e mai veri protagonisti nei GT. Naturalmente non verranno ridotte le opportunità per i velocisti, per i quali si preannuncia una difficile convivenza.

GLI UOMINI PIÙ ATTESI

Peter Sagan continua ad essere il centro di gravità di una squadra che, negli appuntamenti cerchiati di rosso dal tre volte iridato, ruota tutta intorno a lui. Alla soglia dei 29 anni lo slovacco modificherà leggermente i piani rispetto al passato e debutterà alla Liegi-Bastogne-Liegi, puntando poi dritto sull’ennesima Maglia Verde al Tour de France e sulla quarta iridata, con il percorso dei Mondiali dello Yorkshire che gli si addice particolarmente. Nelle Classiche mai come quest’anno la pattuglia al suo servizio sembra essere di alto profilo, con le permanenze dei vari Marcus Burghardt, Daniel Oss e Maciej Bodnar, che sono state affiancate dagli arrivi di due elementi esperti e forti come Oscar Gatto e Jempy Drucker.

Se per il Nord la squadra sembra essere già allestita, nelle Ardenne la composizione potrebbe essere più complicata. Non dovrebbe risentirne particolarmente la qualità media, se è vero che alla Doyenne ha espressamente dichiarato di puntare Davide Formolo, già vicino al colpaccio e ora chiamato a un salto di qualità che tarda ad arrivare anche nelle grandi corse a tappe, e può ambire anche l’ultimo volto nuovo: Maximilian Schachmann. Il 24enne tedesco porta in dote con sé dalla Quick-Step Floors un bottino soddisfacente di successi, impreziositi da quello al Giro d’Italia a Prato Nevoso, e la consapevolezza di potersi finalmente giocare in maniera diversa delle carte che potrebbero rivelarsi vincenti. Per gli appuntamenti di un giorno non vanno inoltre dimenticati uomini come Jay McCarthy, redditizio sia al servizio di Sagan che in proprio nella stagione appena conclusa, e un Peter Kennaugh che da settembre in avanti è tornato ad esprimersi su buoni livelli.

Per quanto riguarda i Grandi Giri, oltre a Formolo e ad uno Schachmann che non offre ancora garanzie sulla tenuta, molto dipenderà dalla luna di Rafal Majka. Reduce da un 2018 in chiaroscuro, nel quale non ha saputo né curare le classifiche generali di Tour e Vuelta né assicurarsi qualche successo di tappa, il polacco investirà parte dei suoi sforzi sul Giro d’Italia. Il Tour de France sarà invece il palcoscenico delle esibizioni di Emanuel Buchmann, che quest’anno ha fatto vedere le cose migliori in estate (Giro del Delfinato) spegnendosi poi lentamente alla Vuelta. Non vanno inoltre sottovalutate le chance di ben figurare di Patrick Konrad, sempre piazzato in stagione e già nella top ten del Giro, mentre è tutto da decifrare il futuro di un Leopold Konig ai box ormai da troppo tempo. A completare le spedizioni per questi appuntamenti contribuiranno uomini affidabili come Pawel Poljanski, Cesare Benedetti, Juraj Sagan e Lukas Postlberger, mentre resta da capire il calendario di un Felix Grosschartner che ha ormai completato la metamorfosi da speranza a buon corridore.

Capitolo a parte per i velocisti. L’esplosione prepotente di Pascal Ackermann ne impone il debutto nelle corse a tappe. Il 25enne tedesco lo realizzerà al Giro d’Italia, con buona pace di un Sam Bennett che avrebbe voluto confermarsi dopo le tre vittorie ottenute quest’anno. I due, che potranno disporre di pedine preziose come Michael Schwarzmann e Rudiger Selig, dovranno essere bravi e intelligenti a non pestarsi i piedi in un calendario che li reclama a gran voce anche negli appuntamenti di un giorno che strizzano l’occhio agli sprinter. Completano il roster Erik Baska, Gregor Muhlberger, Christoph Pfingsten e Michael Schwarzmann.

LE GIOVANI PROMESSE

Nonostante la giovane età non sono più da considerare promesse corridori come Ackermann (sebbene sia soltanto alla seconda stagione tra i ‘grandi’) e Schachmann, mentre lo scarso rimescolamento delle carte prodotto dal mercato non ha aggiunto neopro’ all’organico. Per questo le speranze maggiori di crescita sono riposte nell’austriaco Gregor Mühlberger, capace di far vedere sulle strade del BinckBank Tour una stoffa decisamente interessante, e in Felix Grosschartner. Quest’ultimo, che di fatto non si può più considerare un corridore di primissimo pelo, è stato tra i corridori più regolari del 2018 ed è ora obbligato a trasformare gli innumerevoli piazzamenti centrati in risultati pieni.

LA SQUADRA

© Procyclingstats

Contatti
BORA – HANSGROHE
Denk Pro Cycling GmbH & Co. KG
Prof.-Dr.-Anton – Kathrein-Str. 3
6342 Niederndorf
AUSTRIA
Email: info@pro-cycling-gmbh.de
Sito:www.bora-hansgrohe.com
Organico
ACKERMANN Pascal 17.01.1994 GER
BASKA Erik 12.01.1994 SVK
BENEDETTI Cesare 03.08.1987 ITA
BENNETT Sam 16.10.1990 IRL
BODNAR Maciej 07.03.1985 POL
BUCHMANN Emanuel 18.11.1992 GER
BURGHARDT Marcus 30.06.1983 GER
DRUCKER Jempy 03.09.1986 LUX
FORMOLO Davide 25.10.1992 ITA
GATTO Oscar 01.01.1985 ITA
GROSSCHARTNER Felix 23.12.1993 AUT
KENNAUGH Peter 15.06.1989 GBR
KONIG Leopold 15.11.1987 CZE
KONRAD Patrick 13.10.1991 AUT
MAJKA Rafal 12.09.1989 POL
MCCARTHY Jay 08.09.1992 AUS
MÜHLBERGER Gregor 04.04.1994 AUT
OSS Daniel 13.01.1987 ITA
PFINGSTEN Christoph 20.11.1987 GER
POLJANSKI Pawel 06.05.1990 POL
PÖSTLBERGER Lukas 10.01.1992 AUT
SAGAN Juraj 23.12.1988 SVK
SAGAN Peter 26.01.1990 SVK
SCHACHMANN Maximilian 09.01.1994 GER
SCHILLINGER Andreas 13.07.1983 GER
SCHWARZMANN Michael 07.01.1991 GER
SELIG Rüdiger 19.02.1989 GER
Staff
General Manager DENK Ralph 01.11.1973 GER
Direttore Sportivo POITSCHKE Enrico 25.08.1969 GER
Ass. Direttore Sportivo DOLLINGER Helmut 06.01.1969 AUT
Ass. Direttore Sportivo PÖMER Christian 21.09.1977 AUT
Ass. Direttore Sportivo RADOCHLA Steffen 19.10.1978 GER
Ass. Direttore Sportivo SCHULZE André 21.11.1974 GER
Ass. Direttore Sportivo VALACH Jan 19.08.1973 SVK
Ass. Direttore Sportivo VILA ERRANDONEA Patxi 11.10.1975 ESP
Ass. Direttore Sportivo ZEMKE Jens 17.10.1966 GER
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.