Presentazione Trofeo Laigueglia 2017

Si attende grande ciclismo domani al Trofeo Laigueglia 2017. Non sempre baciata dal calendario internazionale, quest’anno la semiclassica ligure ha una collocazione piuttosto favorevole, che la vedrà ospitare ben 23 squadre per una 54ª edizione che si preannuncia molto interessante. Quattro le formazioni WorldTour iscritte alla corsa in programma domenica 12 febbraio, che dovranno affrontare una nutrita schiera di compagini Professional, soprattutto, ben desiderose di farsi valere. Al via presenti tre vincitori del passato Davide Cimolai (FDJ – 2015), Moreno Moser (Astana – 2012) e Filippo Pozzato (Wilier-Selle Italia – 2003, 2004, 2013).

ORARIO DI PARTENZA: 11:00

ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 15:42 – 16:12

DIRETTA: SpazioCiclismo

DIFFERITA VIDEO: 17:00 RaiSport, Bike Channel, SpazioCiclismo

HASHTAG UFFICIALE: #TrofeoLaigueglia

ALBO D’ORO

2016 FEDI Andrea
2015 CIMOLAI Davide
2014 SERPA José
2013 POZZATO Filippo
2012 MOSER Moreno
2011 PIETROPOLLI Daniele
2010 GINANNI Francesco
2009 GINANNI Francesco
2008 PAOLINI Luca
2007 IGNATIEV Michail
2006 BALLAN Alessandro
2005 KIRCHEN Kim

FAVORITI

Clicca qui per la startlist completa

Molto interessante il variegato parterre presente al via del Trofeo Laigueglia 2017. Dopo il perentorio successo al GP Costa degli Etruschi, Diego Ulissi è probabilmente l’uomo a cui tutti guarderanno con timore. Capitano indiscusso del Team UAE, il toscano ha già dato dimostrazione del suo stato di forma, che gli permetterebbe di fare selezione sugli strappi,così come di giocarsi il successo in una volata ristretta. A cercare di arrivare in pochi saranno presumibilmente saranno anche uomini come Moreno Moser (Astana),  anche se in squadra ha corridori come Matti Breschel e il giovanissimo Riccardo Minali, per il quale potrebbe comunque essere un po’ troppo dura, che preferirebbero senza dubbio un arrivo di gruppo.  Anche in casa FDJ ci sono due carte da giocare: lo sprint con Davide Cimolai e una corsa più aggressiva con Arthut Vichot, già vincente ad inizio stagione. Ottime carte anche per la nazionale azzurra, che si presenta con corridori come Alberto Bettiol, Fabio Felline e Matteo Trentin che possono ambire al successo. Interessante capire come vorranno correre. Probabile corsa aggressiva proveranno a farla anche squadre come Gazprom-Rusvelo, Ag2r La Mondiale e Direct Energie, che non sembrano avere uomini veloci in grado di dire la loro con atleti come quelli già citati.
La Delko – Marseille punterà presumibilmente su Mauro Finetto, che su percorsi come questi può far valere la sua completezza. Discorso simile per un corridore affidabile come Francesco Gavazzi, che guida la Androni – Sidermec. Tra le Professional italiane, in casa Bardiani – CSF bisogna ancora trovare un sostituto di Colbrelli e su queste strade portebbe provarci Luca Wackermann, in attesa magari di vedere Enrico Barbin ritrovare la fiducia per giocarsi corse interessanti, mentre la Wilier – Selle Italia avrà in Filippo Pozzato una carta molto valida per un arrivo ristretto.
Tre le rimanenti professional si suppone soprattutto gioco di rimessa, anche se un corridore come Maxime Bouet (Fortuneo-Vital Concept) potrebbe provare qualcosa, così come potenzialmente Lars Peter Nordhaug, leader della neonata Aqua Blue Sport. Stringeranno i denti puntando ad una volata invece Andrea Peron (Novo Nordisk) e Maxime Vantomme (WB Veranclassic).
Contro un livello così elevato, difficili le possibilità per le formazioni continental, che proveranno prima di tutto a farsi notare nella fuga del mattino. Potrebbero comunque provare a gettarsi nella mischia corridori come Antonino Parrinello (GM Europa Ovini), Marco Zamparella (Amore&Vita) e Filippo Fortin (Tirol Cycling Team), per i quali un piazzamento è alla portata se dovessero ritrovare lo smalto giusto.

PERCORSO

Laigueglia – Laigueglia (192,5 km / 158,9 + 3×11,2 km)

Dopo le operazioni preliminari con il foglio firma e la presentazione degli atleti nell’incantevole scenario di Piazza dei Pescatori e il via ufficioso da Via Roma, la carovana raggiungerà le località di Albenga, Alassio e Ceriale per poi affrontare la prima asperità della giornata: quella di Onzo, preludio ad una parte di gara particolarmente interessante. Dopo aver toccato Ortovero e Villanova d’Albenga i corridori si dirigeranno verso il primo Gran Premio della Montagna della giornata, quello di Cima Paravenna, salita storica del Trofeo.

Dopo un primo passaggio in zona traguardo, a circa metà gara, si entrerà nel vivo con il Capo Mele e il Testico per poi affrontare le tre tornate del circuito conclusivo di 12,6 chilometri con le asperità di Capo Mele e Colla Micheri.

METEO

Rovesci. Umidità relativa 71%, possibilità di precipitazioni 50%, vento direzione SSE ai 32 km/h. Temperatura prevista: minima 8°, massima 11°.

MATERIALE TECNICO

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.