© BettiniPhoto

Presentazione Percorso e Favoriti Prova in linea Campionati Italiani 2020

Tutto pronto per i Campionati Italiani 2020. Domenica 23 agosto ci sarà la gara più attesa, la prova in linea maschile nella quale verrà assegnata l’ambita maglia tricolore che il vincitore potrà indossare in gruppo per un anno intero. La corsa, che si snoderà quasi interamente nelle province di Vicenza e di Padova, a parte un piccolo sconfinamento nel trevigiano, proporrà un percorso di 253,7 chilometri caratterizzato da un circuito che prevede ben dodici passaggi sull’asperità de La Rosina. È questa l’unica difficoltà altimetrica che i corridori dovranno affrontare, un’occasione per scalatori ed attaccanti di fare corsa dura ed utilizzarla come possibile trampolino di lancio verso il traguardo. Anche se lo scenario più probabile dovrebbe portare a un arrivo in volata, anche se a ranghi ridotti.

Saranno presenti gli ultimi due campioni nazionali, Davide Formolo (UAE Team Emirates) ed Elia Viviani (Cofidis), a testimonianza di come il tracciato possa, sulla carta, favorire corridori dalle caratteristiche differenti. Tra gli ex campioni è assente il solo Fabio Aru (UAE Team Emirates) che preferisce concentrarsi sull’imminente Tour de France, mentre ci saranno Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo), Giacomo Nizzolo (NTT Pro Cycling) e Giovanni Visconti (Vini Zabù-KTM) a rendere ancora più interessante una gara che si annuncia molto combattuta.

ORARIO DI PARTENZA: 10:30
ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 16:39 – 17:15
DIRETTA TV: 14:30– 17:15 Eurosport 1 / Eurosport Player – RaiDue 14:45-17:15
HASHTAG UFFICIALE: #CI2020

Albo d’oro recente Prova in linea Campionati italiani

2019 FORMOLO Davide
2018 VIVIANI Elia
2017 ARU Fabio
2016 NIZZOLO Giacomo
2015 NIBALI Vincenzo
2014 NIBALI Vincenzo
2013 SANTAROMITA Ivan
2012 PELLIZOTTI Franco
2011 VISCONTI Giovanni
2010 VISCONTI Giovanni

Percorso Prova in linea Campionati Italiani 2020

Bassano del Grappa – Cittadella (PD) (253,7 km)

Dopo la partenza da Bassano del Grappa, le prime fasi di gara saranno piuttosto tranquille. Infatti si passerà dalla provincia di Treviso, nella quale i corridori affronteranno la prima non troppo impegnativa asperità di giornata, posta nei pressi di Asolo dopo poco meno di cinquanta chilometri di corsa. Dopo aver superato Marostica, verrà affrontato il primo dei dodici passaggi sulla salita de La Rosina. Da quel momento si entrerà nel circuito finale di 12,5 chilometri da ripetere undici volte. Da sottolineare che nell’ultimo giro è previsto un ulteriore strappo, quello de La Tisa, che precederà l’ultimo passaggio su La Rosina. Da quest’ultimo scollinamento al traguardo di Cittadella mancheranno 25 chilometri: una distanza che dovrebbe consentire di andare a prendere agevolmente eventuali fuggitivi in vista di una probabile volata, così come ai velocisti di poter rientrare nel caso avessero perso contatto sull’ultima asperità. 

Favoriti Prova in linea Campionati Italiani 2020

Clicca qui per la startlist definitiva

Le caratteristiche del tracciato e, soprattutto, la considerazione che l’ultimo passaggio su La Rosina si trova a 25 chilometri dall’arrivo, sembrerebbero favorire le ruote veloci in vista di un possibile arrivo in volata, anche se a ranghi ridotti. Per questo i principali favoriti sembrano essere corridori veloci ma dotati di una buona resistenza, sia in salita sia considerando la lunghezza del percorso, e nell’elenco degli iscritti non mancano certo corridori con queste caratteristiche. Tra questi i nomi principali sono quelli di Elia Viviani (Cofidis), Sonny Colbrelli (Bahrain-McLaren) e Matteo Trentin (CCC).

Il velocista veronese ha già dimostrato di poter trionfare su percorsi con questo tipo di caratteristiche, come dimostrato proprio nell’edizione 2018 di Darfo Boario Terme, ed è determinato a centrare il suo primo successo in maglia Cofidis dopo una stagione certamente non in linea con i trionfi degli ultimi anni. Mentre gli altri due hanno proprio le caratteristiche di velocità e resistenza che richiede il tracciato veneto. Non mancano però le alternative, tutte di ottimo livello. Sempre restando nel campo delle ruote veloci da segnalare due corridori che sembrano essere in un ottimo momento di forma: si tratta di Giacomo Nizzolo (NTT Pro Cycling), già campione nazionale nel 2016 e quinto alla Milano-Sanremo, e Davide Ballerini (Deceuninck-QuickStep), che al recente Giro di Polonia ha dimostrato di poter battere allo sprint anche velocisti di fama mondiale.

Ci sono anche altri uomini veloci che potrebbero inserirsi per un successo o per un buon piazzamento finale, soprattutto se la corsa non dovesse farsi troppo dura e dovesse arrivare un gruppo più nutrito a giocarsi il successo. Pensiamo a Davide Cimolai (Israel Start-Up Nation), Niccolò Bonifazio (Total Direct Energie) e al promettente Alberto Dainese (Sunweb). Anche Matteo Moschetti (Trek-Segafredo), se dovesse ritrovare il colpo di pedale che aveva prima dell’infortunio, sarebbe certamente da tenere in considerazione.

Nel caso, invece, non si dovesse concludere con uno sprint, non mancano corridori con le caratteristiche per potersi aggiudicare la maglia tricolore. Su tutti la coppia della UAE Team Emirates composta da due dei corridori più in forma del momento, Diego Ulissi, che nell’ultimo mese ha collezionato molti piazzamenti ma a cui è mancato l’acuto vincente, e il campione in carica Davide Formolo, secondo alle Strade Bianche e vincitore, dopo una lunga fuga di una tappa al Giro del Delfinato. Anche la coppia della Trek – Segafredo composta da Vincenzo Nibali e Giulio Ciccone si candida a un ruolo da protagonista e, dopo aver animato tutte le recenti classiche italiane, ci aspettiamo che possano fare altrettanto con la prova tricolore.

Da segnalare anche alcuni corridori che potrebbero sorprendere i favoriti come il giovane Andrea Bagioli (Deceuninck-QuickStep), capace di mettersi alle spalle niente meno che Primoz Roglic al Tour de l’Ain, che potrà contare anche sul contributo del neo compagno di squadra Fausto Masnada. E chissà se il ritorno al successo dopo sette anni al Circuito de Getxo non dia ulteriore spinta a Damiano Caruso (Baharain-McLaren). Da non sottovalutare nemmeno uomini come Manuele Boaro (Astana) e Alessandro De Marchi (CCC) sempre pronti a lanciarsi in azioni da lontano, nè Andrea Vendrame (Ag2r La Mondiale) apparso in buona forma al recente Giro di Vallonia.

Tra le formazioni professional si presenta in forze la Vini – Zabù KTM che, oltre a poter contare su Giovanni Visconti, avrà anche Luca Wackermann, fresco vincitore del Tour du Limousin. Presente anche il vincitore dell’ultima frazione della corsa transalpina, Alessandro Fedeli (NIPPO DELKO One Provence) che ha le giuste caratteristiche per poter fare bene su questo percorso. Mentre la Androni – Sidermec punterà soprattutto sull’esperto Manuel Belletti per un arrivo in volata, invece la Bardiani – CSF – Faizanè con tanti giovani al via pronti ad animare la corsa, avrà in Giovanni Carboni il suo uomo di riferimento. Infine, da non dimenticare il sempreverde Davide Rebellin (Meridiana Kamen) al via dell’ennesimo campionato nazionale della sua lunghissima carriera.

Borsino dei favoriti

***** Elia Viviani
**** Sonny Colbrelli, Matteo Trentin
*** Davide Ballerini, Giacomo Nizzolo, Diego Ulissi
** Davide Cimolai, Alberto Dainese, Davide Formolo, Matteo Moschetti
* Manuele Boaro, Niccolò Bonifazio, Giulio Ciccone, Vincenzo Nibali, Luca Wackermann

Meteo Prova in linea Campionati Italiani 2020

Poco nuvoloso – soleggiato. Precipitazioni: 0%. Umidità: 38%. Vento: 14 km/h verso ESE. Temperature: 28°-31°.

Altimetria e Planimetria Campionati Italiani 2020

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.