Giro d’Italia 2021, Presentazione Percorso e Favoriti Undicesima Tappa: Perugia – Montalcino (162 km)

Dopo il primo giorno di riposo, il Giro d’Italia 2021 riparte con una delle giornate più attese di questa edizione. L’undicesima frazione, infatti, vedrà il gruppo tornare ad affrontare lo sterrato, ma se nel finale dell’ottava tappa si è avuto avuto solo un assaggio (seppur spettacolare) di questo terreno, nei 162 chilometri da Perugia a Montalcino si assisterà ad una vera e propria scorpacciata. Saranno ben 35,2 i chilometri di strade bianche che i corridori dovranno percorrere, tutti concentrati nella seconda parte di gara, che proporrà anche due GPM e diversi altri tratti di salita per un totale di quasi 2500 metri di dislivello. Una giornata che potrebbe rivelarsi decisiva nell’economia della corsa e nella quale i favoriti al successo finale dovranno prestare la massima attenzione per evitare di perdere tempo prezioso in ottica classifica generale.

ORARIO DI PARTENZA: 12:55
ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 17:00-17:26
DIRETTA TV E STREAMING: 12:50-14:00 RaiSport/14:00-17:15 Rai2 / 12:50-17:30 Eurosport 1/12:45-17:35 Eurosport Player, Discovery+ / 12:30-18:00 GCN
HASHTAG UFFICIALE: #Giro

Percorso Undicesima Tappa Giro d’Italia 2021

Tappa sostanzialmente divisa a metà, i primi 90 chilometri dopo la partenza da Perugia vedranno infatti il gruppo affrontare un percorso per lo più pianeggiante, con solo qualche saliscendi nel tratto successivo al passaggio a Chiusi e verso Chianciano Terme. Una volta raggiunta Torrenieri, però, inizierà il primo dei quattro settori di sterrato, lungo 9100 metri, buona parte del quale sarà costituito da una discesa abbastanza impegnativa. Usciti da questo segmento, i corridori percorreranno poi circa otto chilometri su asfalto, comprendenti un breve strappo verso Bibbiano, prima di incontrare il secondo settore di strada bianca, il più lungo dei quattro in programma.

Questo settore di 13,5 chilometri comporrà quasi tutto il GPM di terza categoria del Passo del Lume Spento (13 km al 3,6% con punta del 16%), che avrà nei primi sei chilometri di salita le pendenze più dure e che vedrà il plotone transitare anche dal traguardo volante di Castiglion del Bosco. Superato questo tratto, ci saranno altri sei chilometri piuttosto tortuosi su sterrato prima di affrontare i 900 metri su asfalto che condurranno il gruppo a scollinare il GPM e a iniziare la discesa, lunga una dozzina di chilometri, che porterà la corsa ad attraversare Montalcino (ma non si passerà sul traguardo) e a raggiungere il secondo sprint intermedio di giornata, a Castelnuovo dell’Abate.

Proprio qui inizierà anche il terzo settore di sterrato, di 7600 metri, quasi tutto in salita, seguito da una breve discesa su asfalto di quattro chilometri che precederà il quarto e ultimo tratto di strada bianca. Lungo 5000 metri, questo settore costituirà la prima parte del secondo GPM della tappa, che nuovamente porterà i corridori al Passo del Lume Spento (9,3 km al 4,6%), affrontato questa volta da un altro versante. Un chilometro dopo l’inizio dell’ascesa, la strada spianerà per tre chilometri prima di iniziare nuovamente a salire per gli ultimi cinque, tutti su asfalto, che presenteranno pendenze fino al 12%. Una volta giunti in cima mancheranno poi solo 3800 metri alla conclusione, quasi tutti in discesa, con l’arrivo che sarà posto al termine di una breve rampa di 200 metri con pendenza massima del 12%.

Salite Undicesima Tappa Giro d’Italia 2021

NOME CAT QUOTA GPM INIZIO LUNGH DISL % MED % MAX
Passo del Lume Spento 3 600 124,6 111,6 13 470 3,6% 16%
Passo del Lume Spento 3 600 158,2 148,9 9,3 425 4,6% 12%

Settori Sterrato Undicesima Tappa Giro d’Italia 2021

# Inizio Fine Lunghezza
1. 92,8 102 9,1 km
2. 109,8 123,7 13,5 km
3. 136,1 143,7 7,6 km
4. 148,4 153,3 5 km

Favoriti Undicesima Tappa Giro d’Italia 2021

Visto il tracciato, il pronostico di questa tappa si presenta piuttosto aperto: corridori da classiche, uomini di classifica, fuggitivi sono tutte opzioni valide dalle quali pescare per trovare il nome del possibile vincitore di giornata. Della prima categoria fa sicuramente parte un corridore come Alberto Bettiol (EF Education-Nippo), che nella prima settimana di Giro ha dimostrato un’ottima condizione, soprattutto in salita. Il 27enne, inoltre, ha già dimostrato di poter far bene sullo sterrato terminando al quarto posto la Strade Bianche 2020, corsa che attraversa le stesse zone di questa frazione. Potendo godere di libertà visto che non è un uomo di classifica, potrebbe riuscire a trovare lo spazio per muoversi anche in finale acceso.

Parlando della classica senese, non si può non citare la sorprendente terza posizione ottenuta da Egan Bernal (Ineos Grenadiers) in questa gara poco più di due mesi fa. Visto anche il suo passato in mountain bike, l’attuale Maglia Rosa è tra gli uomini di classifica che potrebbe trovarsi maggiormente a suo agio in questa giornata, nella quale potrebbe voler tentare di consolidare la propria leadership nella graduatoria generale. Un altro corridore che ha già mostrato una certa confidenza con lo sterrato senese è Davide Formolo (UAE Team Emirates), che lo scorso agosto aveva terminato al secondo posto la Strade Bianche. Il 28enne, gran lottatore, ha poco più di un minuto di ritardo dal colombiano in classifica e potrebbe approfittare di questa giornata per recuperare posizioni, oltre che per tentare di ottenere una vittoria prestigiosa.

Tutti questi corridori, però, dovranno quasi sicuramente fare i conti con Remco Evenepoel (Deceuninck-QuickStep). Anche per la sua finora breve carriera, non abbiamo ancora avuto la possibilità di ammirare il giovane talento sullo sterrato (se non nei 1600 metri dell’arrivo di Campo Felice), ma non sarebbe la prima volta che il 21enne sbalordisce tutti tirando fuori dal cilindro uno dei suoi colpi. Inoltre, questa tappa è stata l’unica del Giro 2021 che il belga è venuto a visionare nelle settimane precedenti alla partenza, dunque non è escluso che insieme alla squadra possa aver preparato qualcosa per sorprendere gli avversari. Attenzione, comunque, anche a Romain Bardet (Team DSM), autore di solide prestazioni che gli hanno permesso sinora di non perdere troppo tempo in classifica generale. Come Bernal e Formolo, anche il transalpino ha già ottenuto in passato un piazzamento sul podio della Strade Bianche (secondo posto nel 2018), quindi non è assolutamente da sottovalutare per un possibile risultato.

Se gli uomini di classifica dovessero dunque essere protagonisti, come accaduto anche nella famosa tappa di Montalcino del Giro 2010, allora non possono non essere citati quei big che finora sono apparsi più in forma. In questo caso spazio quindi a Giulio Ciccone (Trek-Segafredo), Daniel Martin (Israel Start-Up Nation), Aleksandr Vlasov (Astana-Premier Tech) e Damiano Caruso (Bahrain Victorious), che comunque avrà in squadra anche un Pello Bilbao che ha già concluso nella top ten la classica toscana, sebbene in questi primi dieci giorni di gara lo spagnolo non abbia mostrato una gran gamba. È apparso, invece, in ripresa Joao Almeida (Deceuninck-QuickStep), il cui compito sarà soprattutto quello di proteggere Evenepoel, ma che se potesse essere libero di fare la propria gara potrebbe anche ottenere un buon risultato.

Parlando invece dei corridori da classiche, è sicuramente da tenere in considerazione il vincitore di Foligno Peter Sagan (Bora-hansgrohe). L’ex campione del mondo si è già comportato più che bene sugli sterrati toscani in passato, anche se per un motivo o per un altro non è mai riuscito ad imporsi alla Strade Bianche; galvanizzato dal successo ottenuto prima del giorno di riposo, lo slovacco potrebbe ripetersi anche in questa tappa, sebbene la salita finale possa costituire un ostacolo per lui. Un nome che potrebbe sorprendere (ma fino a un certo punto) è quello di Gianni Vermeerch (Alpecin-Fenix), che durante questa primavera ha ottenuto piazzamenti di alto livello nelle classiche del Nord, senza dimenticare il 14esimo posto a Siena. Il 28enne belga ha già concluso due frazioni del Giro nella top ten, dimostrando una buna forma, e il suo passato nel ciclocross potrebbe agevolarlo sullo sterrato.

Tra i  tanti corridoi che potrebbero emergere durante questa giornata possiamo citare un Gianni Moscon (Ineos Grenadiers) in grande forma, ma anche la coppia della Trek-Segafredo composta da Bauke Mollema e Gianluca Brambilla e quella della EF Education-Nippo formata da Simon Carr e Ruben Guerreiro. Molto folta anche la pattuglia della Astana-Premier Tech grazie a uomini come Luis Leon Sanchez, Fabio Felline e Gorka Izagirre, così come potrebbero provare a muoversi Pieter Serry (Deceuninck-QuickStep), Nelson Oliveira (Movistar), Christopher Juul-Jensen (Team BikeExchange), Alessandro De Marchi (Israel Start-Up Nation) e Diego Ulissi (UAE Team Emirates). Tutti questi corridori, tuttavia, appartengono a squadre dei favoriti per la vittoria finale, dunque è più probabile che rimangano a fianco dei loro capitani per aiutarli in caso di problemi, soprattutto meccanici.

In questo senso, hanno dunque più possibilità di tentare un attacco a lunga gittata corridori maggiormente liberi da obblighi di squadra: spazio dunque a Giovanni Visconti e Filippo Fiorelli (Bardiani-CSF-Faizané), Tony Gallopin e Andrea Vendrame (Ag2r Citroen), Sebastien Reichenbach (Groupama-FDJ), Victor Campenaerts (Qhubeka Assos) e Quinten Hermans (Intermarché-Wanty-Gobert),  che con il suo background da ciclocrossista potrebbe risultare tra i protagonisti di giornata.

Borsino dei Favoriti Undicesima Tappa Giro d’Italia 2021

***** Alberto Bettiol
**** Egan Bernal, Davide Formolo
*** Remco Evenepoel, Romain Bardet, Giulio Ciccone
** Peter Sagan, Gianni Vermeersch, Gianni Moscon, Quinten Hermans
* Bauke Mollema, Pello Bilbao, Joao Almeida, Aleksandr Vlasov, Diego Ulissi

I ciclisti più popolari su Zweeler Undicesima Tappa Giro d’Italia 2021

Per avere dei parametri su cui basare le vostre scelte per il fantaciclismo o per altri giochi, vi proponiamo uno schema con i corridori selezionati dalla maggior parte degli utenti iscritti a Zweeler per l’undicesima tappa del Giro d’Italia 2021. Chi tra i nostri favoriti ha goduto di una maggiore fiducia dagli appassionati? Da qualche outsider si attende un risultato a sorpresa? Tra i corridori che non abbiamo accreditato del ruolo dei favoriti, qualcuno ha invece suscitato l’interesse degli appassionati? Potete anche provare a sfidare le centinaia di partecipanti da tutto il mondo che partecipano al popolare gioco.

Partecipare costa 5,00 € per squadra e comincerà con un montepremi minimo di 600,00 €. Il premio per il vincitore sarà di 108,54 €.

Meteo Previsto Undicesima Tappa Giro d’Italia 2021

Precipitazioni sparse. Precipitazioni 50%. Umidità 56%. Vento fino a 13 km/h direzione S. Temperatura minima 5°C, massima 18°C.

Maggiori insidie Undicesima Tappa Giro d’Italia 2021

Sembra quasi superfluo dirlo, ma le insidie principali di questa giornata sono costituite ovviamente dai quattro settori di sterrato concentrati negli ultimi 70 chilometri di tappa. In particolare, il tratto di 13,5 chilometri che porta verso il primo passaggio sul GPM del Passo del Lume Spento, che propone pendenze che raggiungono anche il 16%: se qualche big dovesse perdere contatto in questa fase, rientrare potrebbe essere complicato, e il tempo perso si calcolerebbe in minuti. Se dovesse piovere, poi, le cose potrebbero farsi ancora più difficili per tutti.

Altimetria e Planimetria Undicesima Tappa Giro d’Italia 2021

Cronotabella Undicesima Tappa Giro d’Italia 2021

Giro d'Italia 2021 Tappa 11 Cronotabella
pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.