Analisi Percorso Giro di Romandia 2018

Percorso per tutti al Giro di Romandia 2018. Anche quest’anno gli organizzatori della rassegna elvetica hanno confermato la tendenza ad offire un tracciato che possa dare spazio ad ogni tipo di corridore nelle sei tappe in programma dal 24 al 29 aprile. Tradizionale corsa che da fa trait-d’union tra chi chiude la sua prima parte di stagione e chi invece sostanzialmente la sta per iniziare, con la possibilità di finalizzare la sua preparazione in vista del Giro d’Italia, o di iniziare un lungo processo verso la seconda metà, la corsa svizzera propone dunque terreno misto, non troppo duro né lungo.

In questo schema trovano posto due cronometro, entrambe brevi, con la seconda che sarà tutta in salita. Le altre tappe si confermano intermedie, con due arrivi più impegnativi, per permettere ai big della generale di darsi battaglia, e due più semplici, in cui ruote veloci e cacciatori di tappe avranno spazio a loro volta.

Giovedì 27 è in programma una cronometro, con partenza ad Ollons ed epilogo nell’abitato di Villars, alla quale seguirà la Sion – Sion, presentata come la tappa regina del tracciato. La corsa sarà chiusa dalla frazione che porterà i corridori da Mont-sur-Rolle fino al tradizionale arrivo di Ginevra. Il prossimo dicembre verranno svelati ulteriori dettagli sul persorso.

Percorso Giro di Romandia 2018

Si parte dunque con un prologo per le strade di Friburgo. 4 Chilometri sinuosi e tortuosi che potrebbero regalare qualche sorpresa considerando la brevità e la costante necessità di rilanciare in un tracciato ricco di curve e saliscendi. Gli uomini in forma potrebbero fare meglio di alcuni specialisti. Si riparte il giorno dopo dalla stessa città in direzione di Delémont, al termine di una prima tappa molto movimentata. Quattro i GPM in programma lungo i 166,6 chilometri da disputare: una rapida successione di salite che prese singolarmente non sono particolarmente impegnative, ma insieme possono rendere la tappa dura, anche considerando che dall’ultimo GPM al traguardo ci saranno meno di 20 chilometri, quasi tutti in discesa e in cui un ulteriore strappo potrebbe rivelarsi decisivo.

Più semplice la seconda frazione, che da Delémont vedrà il gruppo percorrere 174 chilometri in direzione di Yverdon-les-Bains. La tappa non è comunque lineare, con un GPM subito in partenza, seguito da 60 chilometri molto nervosi prima del secondo GPM di giornata. Il Col des Etroits sarà tuttavia posto a oltre 60 chilometri dalla conclusione e l’ultima parte di corsa presenta sì alcuni strappi, ma che non sembrano in grado di fare la differenza in classifica. Potrebbe tuttavia scatenarsi una bella battaglia per la vittoria parziale, con le ruote veloci che proveranno a tenere chiusa la corsa.

La terza tappa sarà dunque la cronoscalata da Ollon a Villars, 9,9 chilometri in costante ascesa che potranno rivelarsi decisivi in ottica classifica generale. Vista brevità della prova i distacchi saranno presumibilmente abbastanza ridotti, ma in generale anche nelle altre tappe non sarà semplice fare la differenza, per cui questa prova contro il tempo potrebbe essere l’ago della bilancia di una corsa che si preannuncia molto equilibrata.

L’ultima tappa difficile è il circuito di 150 di Sion, la vera tappa regina della corsa. Malgrado non si arrivi in altura, i corridori dovranno affrontare cinque GPM in una frazione breve, che si preannuncia dunque esplosiva. La prima difficoltà è praticamente subito in partenza, anche se è poi seguita 50 chilometri completamente pianeggianti. Molto interessante è invece il finale, con una successione di quattro salite intervallate solo da rapide e brevi discese. Ad aprire e chiudere questo quartetto sono due GPM di prima categoria, nei quali la battaglia per la vittoria finale potrebbe esplodere. Dall’ultimo scollinamento al traguardo ci saranno 30 chilometri, dei quali circa 25 di discesa veloce e abbastanza tecnica.

Si chiude invece con la piuttosto semplice Mont-sur-RolleGinevra, 182 chilometri non proprio privi di difficoltà, ma il cui finale in tendenza discendente dovrebbe permettere al gruppo di arrivare compatto al traguardo, con le ruote veloci pronte alla festa finale. Da non escludere comunque un colpo di mano o l’arrivo di una fuga che potrebbe vendere cara la pelle lungo un percorso in cui si trovano 3 GPM e numerosi altri strappi.

Tappe Giro di Romandia 2018

  • Prologo : Fribourg – Fribourg (4 km)
  • Tappa 1 : Fribourg – Delémont (166,6 km)
  • Tappa 2 : Delémont – Yverdon-les-Bains (174 km)
  • Tappa 3 : Ollon – Villars (9,9 km) [crono]
  • Tappa 4 : Sion – Sion (150 km)
  • Tappa 5 : Mont-sur-Rolle – Genève (182 km)

Altimetrie e Planimetrie Giro di Romandia 2018

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.