© Giro d'Italia

Giro d’Italia 2020, probabili due giorni anche in Calabria con un interessante arrivo a Camigliatello Silano

Sembra prendere forma il percorso iniziale del Giro d’Italia 2020. Se la Grande Partenza da Budapest è ormai ufficiale e definita, così come una tre giorni in Sicilia è assodata, fino a pochi giorni fa di indiscrezioni sulla risalita dall’isola erano piuttosto poche. Come prevedibile, si ripartirà dunque dalla Calabria, regione che sembra destinata ad essere coinvolta in maniera importante con una tappa interamente sulle sue strade e la ripartenza il giorno successivo verso la Puglia, direzione Ceglie Messapica. Da cui poi ci si dirigerà presumibilmente a Vieste da Giovinazzo, per concludere così la prima settimana di corsa.

Ma prima di andare nel Tacco, bisogna passare dalla Punta d’Italia. Dopo la tre giorni siciliana, che farà vivere il primo grande arrivo in salita sull’Etna, si ripartirà dunque dal vibonese con Mileto che sembra ormai da qualche tempo punto certo del percorso. Secondo quanto riportano numerose fonti locali, la tappa si dirigerà così verso Camigliatello Silano per una giornata che difficilmente sarà di montagna visto che siamo nella prima settimana e c’è già un giorno impegnativo con l’arrivo sul vicino vulcano, ma sembra profilarsi una tappa tutt’altra che scontata visto il territorio accidentato che bisognerà necessariamente affrontare per arrivare al comune cosentino (la cui altitudine supera abbondantemente i mille metri).

Ripartenza invece dal Pollino, altra zona di grande bellezza naturale, con Castrovillari che si propone come punto di partenza per la tappa che attraverserà la Basilicata per dirigersi verso Taranto e il salento, con l’arrivo nella provincia brindisina. Dopo le polemiche lo scorso anno, la risalita verso il Nord quest’anno sembra concedere un discreto spazio anche a regioni solitamente poco toccate, che potranno così vivere di questa importante vetrina, con gli appassionati che avranno modo di godere della carovana per più giorni. Con questo schema sembra tuttavia restare completamente fuori la Campania, così come presumibilmente Lazio (e successivamente anche Toscana) visto che la risalita dovrebbe avvenire interamente lungo la dorsale Adriatica.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.