Giro d’Italia 2017, Quintana descrive i suoi compagni di squadra

Dietro ad un capitano c’è sempre una grande squadra. Nairo Quintana è consapevole dell’importanza che avranno i suoi otto compagni di squadra in questo Giro d’Italia 2017, dove cercherà di conquistare per la seconda volta in carriera la maglia rosa. Proprio per questo a pochi giorni dal via ufficiale del Giro il capitano della Movistar ha deciso di descrivere ognuno dei suoi compagni di squadra:

Andrey Amador: “È un duro, un guerriero. È sempre lì, dall’inizio alla fine delle tappe, in qualsiasi condizione di corsa, di strada o di clima”.

Winner Anacona: “Un lavoratore, sempre al servizio della squadra, facendo attenzione che il leader ed i suoi compagni stiano sempre bene”.

Daniele Bennati: “Una persona astuta, intelligente e con tanta forza. Abbiamo subito trovato un buon feeling ed è stato un supporto molto importante per molte delle vittorie della squadra in questa prima parte di stagione”.

Victor de La Parte: “Un lavorare spettacolare, sempre attento a seguire quello che dice il capitano, utile per qualsiasi situazione”.

Jose Herrada: “Ha grande abilità e sa leggere molto bene le corse, i vari movimenti che si creano. È uno dei corridori per i finali nelle tappe di montagna, dove aiuta sempre molto”.

Gorka Izagirre: “Apprezzo e ammiro che dà sempre il 100%. Lotta e si sacrifica sempre”.

Jose Joaquin Rojas: “Corridore molto completo. Abbiamo visto come si sacrificava alla Vuelta dell’anno scorso. Un lottatore dall’inizio alla fine”.

Rory Sutherland: “È sempre a disposizione di tutti quando c’è bisogno di lui, per controllare le fughe o per qualsiasi altro lavoro. Le sue capacità in differenti terreni sono molto importanti”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *