Belgio, strappo muscolare per Cian Uijtdebroeks nel tentativo di impedire a un ladro di entrare dalla finestra

Brutta disavventura per Cian Uijtdebroeks. Il corridore belga, che nella prossima stagione passerà pro con la maglia della Bora-Hansgrohe, ha infatti temuto di non poter prendere parte ai Mondiali (parteciperà alla crono juniores e alla prova in linea della stessa categoria) a causa di un infortunio muscolare causato da… un ladro. Rientrato dall’Europeo dopo aver conquistato l’argento nella crono juniores, il classe 2003 si trovava solo in camera quando un malintenzionato ha provato a fare irruzione nella sua stanza. Il giovane belga è stato abbastanza rapido da riuscire a chiudere la finestra e dare l’allarme, procurandosi però un infortunio nel movimento.

“Dormivo – è l’incipit del suo racconto a La Dernière Heure – Ho sentito fare rumore, sempre più forte. La finestra della mia camera era aperta, sono andato a vedere e ho visto qualcuno sul tetto, che provava a entrare per la finestra. Fortunatamente sono stato più veloce io e ho chiuso la finestra e poi sono corso a dare l’allarme. In uno di questi movimenti mi sono infortunato. Il giorno dopo, in bici, ho sentito che qualcosa non andava”.

Uno strappo muscolare nella zona posteriore del ginocchio che ha bloccato per vari giorni il diciottenne: “Ho fatto molte sedute di fisioterapie e ho visto molte volte il dottore. Sono stati vari giorni senza pedalare e ho pensato che non sarei andato ai Mondiali., a causa di questo infortunio, che si aggiunge al fatto che il percorso non è particolarmente adatto a me. Ma mi sono detto che i Mondiali in Belgio sono qualcosa di speciale, potrebbe capitare una sola volta nella vita. Intanto ho ricominciato a pedalare, non penso che la mia condizione sia completamente sparita in una settimana.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.