Vuelta a Andalucia 2017, Valverde: “Domani sarà più dura, Contador potrebbe provarci”

Reduce da “un giorno complicato”, Alejandro Valverde resta al comando della Vuelta a Andalucia 2017. Quella che sulla carta poteva sembrare una giornata semplice alla fine non lo è stata, ma lo spagnolo è rimasto attento e ha potuto conservare il suo secondo di vantaggio su Alberto Contador. Ormai resta dunque un solo ostacolo prima di poter festeggiare domani, ma l’esperto capitano della Movistar conosce bene il suo rivale e sa che, malgrado il percorso non sembri particolarmente impegnativo, il Pistolero vorrà comunque dare fuoco alle polveri.

“I primi cinque chilometri sono abbastanza complicati e Alberto potrebbe provarci – spiega dopo il traguardo – Potrebbe sembrare una follia perché il traguardo è lontano e c’è molta pianura, ma non penso che Contador se ne resterà tranquillo. Se fosse un altro non penso che attaccherebbe, ma essendo Alberto sono sicuro che proverà qualcosa. Lo conosciamo, ma anche lui mi conosce, quindi sa che non mi spavento”.

Potendo contare anche su una squadra pronta a dare il massimo per lui, l’Embatido sembra in realtà il grande favorito per la frazione di domani, potendo così conquistare l’ambita centesima vittoria della sua carriera. Un traguardo storico al quale al momento preferisce non pensare, preferendo concentrarsi intanto sulla maglia da difendere e sulle insidie da superare. Non solo gli attacchi del connazionale, ma anche le possibilità di un meteo che potrebbe creare qualche problema in più. “Quel che temo di più è la pioggia e il rischio di cadute – ammette – La pioggia è sempre un fattore di rischio. Bisognerà stare attenti come oggi. Vedremo come saranno le cose, le strade sono difficili e scivolose, quindi bisognerà stare molto attenti”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.