Sibiu Tour 2020, doppietta Ackermann-Schwarzmann per il poker della Bora-hansgrohe – Vittoria finale per Muhlberger su Konrad

Ancora dominio Bora – hansgrohe al Sibiu Tour 2020. La formazione tedesca sigla una nuova doppietta grazie al successo di Pascal Ackermann su Michael Schwarzmann nella frazione conclusiva della breve corsa a tappe romena. Terza posizione per Eduard Grosu (Nippo Delko One Provence), l’unico che riesce a seguire l’accelerazione finale della coppia WorldTour, non riuscendo tuttavia ad impensierirli per il successo, dovendosi accontentare di chiudere il podio di giornata nella loro scia. In top ten tanta Italia con Davide Appollonio (Amore e Vita), quinto, Emanuele Onesti (Giotti Victoria), ottavo,  Filippo Fiorelli (Bardiani CSF Faizanè), nono, e Federico Burchio (Work Service Dynatek Vega), decimo.

Nessun problema in classifica generale, con Gregor Muhlberger che conquista la corsa davanti al compagno Patrick Konrad dopo la prestazione monstre nella cronoscalata del mattino. Chiude il podio finale Matteo Badilatti (Israel Start-Up Nation), mentre il primo italiano è Luca Wackermann (Vini Zabù – KTM). A completare nell’ordine le prime dieci posizioni l’eterno Davide Rebellin (Meridiana Kamen), Marco Tizza (Amore e Vita) e Filippo Fiorelli (Bardiani  CSF Faizanè).

La passerella conclusiva si apre cno molti attacchi, ma le prime azioni vengono neutralizzate dai successivi allunghi. A riuscire a formare il tentativo di giornata sono Valere Thébaud (Team Roth), Mendert Weulink (A Bloc) e Andrea Pietrobon (CT Friuli), ai quali il gruppo comunque non ha intenzione di concedere molto margine vista la brevità della semitappa. Malgrado la buona collaborazione del trio di testa, il lavoro di CCC Development e Bora – hansgrohe impedisce al margine di crescere troppo, con un massimo di poco superiore al minuto nelle fasi iniziali. Il tentativo va così ad esaurirsi già a 55 chilometri dalla conclusione, permettendo a Kelemen di conquistare il traguardo intermedio, ma la difesa della Bike Aid permette a Bergstrom di chiudere terzo e conservare la maglia.

A quel punto sono Stijn Appel (A Bloc) e Gabriele Petrelli (CT Friuli) a creare una seconda azione dalla distanza. A 40 chilometri dalla conclusione riescono ad avere un margine di 50 secondi, ma il gruppo li tiene a guinzaglio corto, con Israel Start-Up Nation e Nippo Delko One Provence che si uniscono alla squadra del leader nelle posizioni di testa del gruppo. Il vantaggio dei due attaccanti resta stabile fino all’ingresso nei dieci chilometri conclusivi, quando un cambio di ritmo mette fine alle loro speranze, con anche la Elkov – Kasper che contribuisce all’inseguimento. Il ricongiungimento avviene così a quattro chilometri dal traguardo, con il gruppo lanciato verso una volata che nessuno ormai può evitare.

Nuovamente è la Bora – hansgrohe a dettare legge, portandosi in testa e approfittando al meglio di pavé e strettoie. Il gran lavoro del team vede restare davanti i soli Michael Schwarzmann, Pascal Ackermann (Bora-hansgrohe) ed Eduard Grosu (Nippo Delko One Provence), mentre gli altri perdono le ruote del velocissimo treno tedesco. Nella scia dei rivali il padrone di casa spera di poter cogliere l’occasione, ma la velocità è troppo alta e non c’è niente da fare, ad imporsi è Ackermann sul compagno Schwarzmann, con Grosu terzo quasi a distanza.

Ordine di Arrivo Terza Tappa B Sibiu Tour 2020

Immagine

Classifica Generale Finale

Immagine

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.