© Sirotti

Belgio, Wout Van Aert deve pagare 660 mila euro a Nick Nuyens

Wout Van Aert dovrà pagare 662.000 euro alla Sniper Cycling. La sentenza del tribunale del Lavoro di Anversa dà dunque ragione a Nick Nuyens e alla sua società di gestione della allora Veranda’s Willems – Crelan riguardo l’addio del corridore che a fine 2018 ruppe il suo contratto per approdare successivamente alla Jumbo – Visma, con la quale firmò un contratto per l’anno successivo. Una decisione unilaterale che il corridore belga e il suo entourage avevano allora dichiarato urgente, spiegando l’impossibilità di continuare in quell’ambiente di lavoro.

Se inizialmente la prima sentenza del Tribunale di Lavoro di Mechelen arrivata nel novembre 2019 aveva dato ragione al corridore, in seguito all’appello richiesto dal team manager la sentenza è stata ribaltata, arrivando dunque a questo importante risarcimento, al quale vanno aggiunte le spese legali, stabilito dalla corte. Nelle scorse settimane era stato reso noto che Nuyens chiedeva 1,1 milioni di euro, oltre ai danni subiti per la perdita delle sponsorizzazioni che imputava all’addio della sua star. Somme che dal tribunale non sono dunque state confermate, anche se l’ex vincitore del Giro delle Fiandre riceverà dal suo ex corridore anche le spese legali. Subito dopo la sentenza, i legali del corridore hanno già ventilato l’ipotesi di rivolgersi alla Cassazione.

 

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.