© ASO/Fabien Boukla

Arkéa-Samsic, Nairo Quintana annuncia le sue corse verso il Tour de France

Calendario ovviamente interamente francese per Nairo Quintana verso il Tour de France 2020. Saranno due le corse, entrambe nei confini transalpini, che il colombiano affronterà in preparazione alla Grande Boucle, suo grande obiettivo stagionale. Intenzionato ad arrivare in Europa verso metà luglio, con un volo privato che la federazione sta organizzando per tutti i suoi corridori di punta, il capitano della Arkéa – Samsic correrà dunque due eventi nel mese di agosto prima di schierarsi al via di Nizza, dove è stato organizzato il Grand Départ di questa edizione rinviata dal 29 agosto al 20 settembre. Con lui chiaramente ci saranno anche due pedine fondamentali di un organico che sarà in buona sostanza incentrato intorno a lui, ovvero il fratello Dayer Quintana e il fidato connazionale Winner Anacona, che lo ha seguito nel suo trasferimento dalla Movistar.

“Con la squadra abbiamo previsto di viaggiare a metà luglio – spiega in un video colui che spera finalmente di poter salire sul gradino più alto del podio di Parigi dopo due secondi e un terzo posto – Inizieremo poi con la prima corsa con il Tour de l’Ain, mentre la successiva sarà il Giro del Delfinato. Poi proseguiremo la solita preparazione per arrivare al meglio al Tour de France. Queste son le corse che avevamo già inizialmente individuato in calendario verso il nostro grande obiettivo”.

Il colombiano, quest’anno è apparso rigenerato dalla nuova maglia tanto da conquistare ben cinque successi nelle tre corse affrontate, portandosi a casa le tappe regine di Tour de la Provence, Tour des Alpes Maritimes et du Var e Parigi – Nizza, oltre alla classifica generale delle prime due (senza dimenticare anche le buone prove ai campionati nazionali, conclusi in seconda posizione a crono e quarta in linea). Con la stagione interrotta ovviamente è tutto da ricostruire, ma sulle strade di casa ha recentemente potuto riprendere ad allenarsi e sicuramente poterlo fare in altura è una condizione ideale. Con più di due mesi di allenamento nelle gambe arriverà dunque al via delle prime corse in Francia, affrontando otto giorni di corsa (7-9 il Tour de l’Ain, 12-16 il Delfinato) prima della Grande Boucle. Detto così appare veramente poco, ma sarà una condizione simile per molti in questa stagione stravolta dal coronavirus.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.