© Werner Sidler from Pixabay

Svizzera, il 6 giugno riprende lo sport: non più di 300 persone, distanziamento sociale e tracciabilità degli spettatori

La Svizzera ha deciso di attuare norme ulteriormente restrittive nella lotta alla pandemia di coronavirus. A partire dal 6 giugno, intanto, le competizioni sportive saranno di nuovo autorizzate ad eccezione degli sport che richiedono un contatto stretto e costante. Le restrizioni riguardano il numero di persone presenti che sarà limitato a 300, inclusi gli spettatori. Il numero di questi ultimi è calcolato in base all’area accessibile a una persona: 4m² per individuo. Il flusso di persone deve essere organizzato per mantenere un distanziamento sociale di due metri tra le persone sul posto.

La vera e propria novità riguarda il fatto che le aree riservate agli spettatori devono garantire la tracciabilità in caso di contatto ravvicinato (in caso di contatto per più di quindici minuti o ripetutamente a meno di due metri tra due persone senza misure di protezione). L’organizzatore deve essere in grado di fornire tali contatti alle autorità sanitarie fino a quattordici giorni dopo la competizione. Questa misura è stata introdotta su espressa richiesta del Consiglio Federale.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.