© Federciclismo

Tokyo 2020, bronzo per Elia Viviani nell’omnium conquistato da Matt Walls

Elia Viviani chiude in terza posizione l’omnium a Tokyo 2020.  Il campione olimpico in carica si è dovuto arrendere a Matt Walls, dominatore della prova, e al neozelandese Campbell Stewart, che proprio in extremis è riuscito a recuperare sul veronese. Decisive per il corridore della Cofidis sono state la prova a eliminazione e la corsa a punti, che gli hanno consentito di recuperare dopo una partenza non brillantissima nello scratch e nella tempo race. La prima prova si apre con la vittoria di Matt Walls davanti a Benjamin Thomas e Jan Willem Van Schip.

Elia Viviani è nel gruppo di quelli che hanno perso un giro (regolato da Sam Welfsord, sesto) e chiude tredicesimo prendendo 16 punti (a -24 da Walls). La tempo race è invece la prova di Jan Willem Van Schip, che guadagna 40 punti, recuperandone 30  guadagnando due giri e altri 10 grazie a una serie di giri in testa alla corsa dopo essersi tolto di ruota tutti gli avversari. Elia Viviani è un altro dei dieci atleti in grado di guadagnare almeno un giro e chiude la prova in ottava posizione con 26 punti, che lo portano a un punteggio complessivo di 42, che lo porta in undicesima posizione in classifica generale a -34 dal primo posto, occupato in coabitazione da Van Schip, Walls e Thomas.

Il britannico resta da solo in testa dopo la gara a eliminazione, che chiude in seconda posizione, alle spalle di un superlativo Elia Viviani, che fa sua la prova e inizia la sua rimonta. Il veronese risale infatti in classifica generale fino al sesto posto con 82 punti, a -32 dal primo posto di Walls e a – 24 dalla zona medaglie e quindi dal terzo posto occupato da Benjamin Thomas, solo sesto nella prova a eliminazione. La corsa a punti che conclude la prova vede ancora un grande Viviani, che riesce a risalire fino a 124 punti guadagnando un giro e vincendo tante volate, ma proprio in extremis il neozelandese Campbell Stewart, che aveva già guadagnato un giro in precedenza, riesce a guadagnarne un altro e si porta a 129 punti, scavalcando l’italiano al secondo posto, mentre Walls chiude a 153 punti e si prende un oro mai stato davvero in discussione.

 


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *