© FCI

Pista, ritrovate in Romania le bici rubate agli azzurri ai Mondiali di Roubaix una settimana fa

Si conclude con il lieto fine la brutta vicenda delle bici rubate all’Italia durante i Mondiali su Pista di Roubaix 2021. Come anticipato dalla Gazzetta dello Sport e poi confermato dalla stessa Federciclismo, durante un’operazione antidroga in Romania sono stati ritrovati e recuperati tutti i 22 mezzi sottratti una settimana fa da un pulmino della Federazione parcheggiato in un’area privata dell’hotel nel quale alloggiavano gli azzurri. Tra le bici rubate, dal valore complessivo di 600mila euro, erano comprese anche quelle utilizzate nella rassegna iridata dal quartetto dell’Inseguimento a squadre maschile campione olimpico a Tokyo.

20 gli arresti eseguiti dalla polizia di Vrancea, che ha colto in flagranza di reato i colpevoli, mentre cercavano di vendere le bici. Tramite il Team Manager Roberto Amadio, la nazionale azzurra è ora in contatto con le autorità locali per sbrigare le formalità burocratiche, in modo da permettere il ritorno in Italia dei mezzi rubati, che sarà coordinato dalla Polizia Italiana con gli omologhi francesi, dove si è svolto il reato, e rumeni.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *