© Il Giornale

De Vlaeminck: “Mi piacerebbe allenare Van Aert. Van der Poel è troppo bravo, ma monotono”

Anche il leggendario Roger De Vlaeminck si sta gustando la sfida che Mathieu Van der Poel e Wout Van Aert mettono in scena ogni settimana sullo sterrato. Al momento, però, il nederlandese sembra intoccabile e per questo motivo il quattro volte vincitore della Parigi-Roubaix vorrebbe intervenire a favore del connazionale, allenandolo. Entrambi stanno alternando l’attività su strada al ciclocross e De Vlaeminck è sicuro che con i giusti allenamenti Van Aert potrebbe colmare il gap che al momento lo separa dallo storico rivale.

Mi piacerebbe allenare Van Aert – ammette il Gitano di Eeklo a sporza – È un peccato quello che sta succedendo, nessuno riesce a braccare Van der Poel, perché è troppo forte. Ma secondo me dovrebbe essere più intelligente, perché molte persone poi si annoiano. Dopo dieci minuti la corsa di ciclocross è già finita e non vale più la pena vederla. Van der Poel è un vero olandese, che vuole vincere tutto e io lo capisco. Ma se sei il migliore, lo puoi anche rendere più divertente, mentre al momento è un po’ monotono“.

Per quest’anno però non sembra esserci la possibilità di diventare il mentore di Van Aert che, oltre a correre, deve pensare alle grane derivanti dal suo contratto. “Il prossimo anno si potrebbe fare, sono certo che tornerebbe a dare del filo da torcere a Van der Poel. Prima di tutto, però, deve risolvere quelle controversie sul suo contratto”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.