© Namuss films

Volta a Catalunya 2020, gli organizzatori sicuri: “La corsa si farà, non crediamo ci saranno problemi”

La Volta a Catalunya 2020 al momento non è in pericolo. La corsa a tappe spagnola, in programma dal 23 al 29 marzo, per ora non sembra toccata dal pericolo cancellazione a causa del coronavirus, un ciclone che si sta abbattendo sugli altri eventi europei. In attesa dei prossimi sviluppi, le corse italiane stanno perdendo possibili partecipanti, dopo che la Jumbo-Visma ha annunciato l’assenza dei propri corridori da Strade Bianche e Larciano, mentre la Mitchelton-Scott ha optato per lo stop fino al 22 marzo compreso. A giorni fatti, proprio il giorno della vigilia della competizione catalana. E l’organizzazione sembra piuttosto ottimista.

Secondo quanto riporta Ciclismo a fondo, in occasione della presentazione delle maglie del centenario della prova, il direttore della corsa Rubèn Peris ha dichiarato: “Stiamo facendo tutto normalmente. Lavoriamo alla stessa maniera, come se non ci fosse il coronavirus. Non abbiamo ricevuto avvisi né dal sistema sanitario internazionale né dal Ministero della salute del governo spagnolo. Nessuna squadra ha annunciato l’intenzione di non partecipare”.

Il numero uno della competizione ha poi ribadito: “In nessun momento abbiamo pensato che la Volta non si corra, siamo convinti che si farà. Credo che non ci saranno problemi. Al momento è un’opinione personale, non scientifica. Se ancora l’organizzazione dice che vuole fare le Strade Bianche a fine settimana, a noi ne mancano ancora tre”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *