© Sigfrid Eggers

UAE Tour 2019, Evenepoel: “Spiace aver chiuso così la prima corsa World Tour, ma sono felice di non essermi rotto nulla”

È terminato a causa di una caduta al chilometro 85 della quarta tappa l’UAE Tour 2019 di Remco Evenepoel. Il giovane talento della Deceuninck-Quick Step, che ieri aveva stretto i denti in salita a Jebel Hafeet concludendo al 15° posto e che stamane si collocava al 17° in classifica generale con un ritardo di 1’28” da Primoz Roglic (Jumbo-Visma), è stato protagonista di una scivolata sul lato destro che gli ha provocato abrasioni a gomito, avambraccio, fianco e dita. Gli esami strumentali ai quali si è sottoposto il campione del Mondo in carica a cronometro e in linea della categoria Juniores, hanno fortunatamente escluso la presenza di fratture e di un trauma cranico.

L’obiettivo del primo classe 2000 ad sbarcare tra i professionisti è quello di tornare in sella già per questo fine settimana, dopo aver osservato due giorni di riposo. Il calendario previsto per lui dalla squadra di Patrick Lefevere non dovrebbe pertanto subire variazioni: “Sono ovviamente arrabbiato e un po’ scosso per quello che mi è successo – ha commentato Evenepoel – perché era la mia prima gara nel World Tour e non volevo che si concludesse in questo modo. A parte qualche indolenzimento sto bene e non ho nulla di rotto, il che è un gran sollievo. Spero di rimettermi rapidamente e di tornare il prima possibile in gruppo”.

Già miglior giovane alla Vuelta a San Juan in Argentina, il baby fenomeno belga dovrebbe pertanto tornare regolarmente in gara nella Nokere-Koerse 2019, gara in programma il prossimo 20 marzo e che segnerà il suo esordio in patria da ciclista professionista 

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.