© UAE Team Emirates

UAE Team Emirates, Marc Hirschi: “Nel 2022 voglio tornare al mio livello. Non so quale sia stato il problema, ma il cambio team non c’entra”

Marc Hirschi vuole salvare il buono di questa stagione per ripartire nel 2022. Il corridore svizzero chiuderà quest’oggi alla Veneto Classic la sua prima stagione in maglia UAE Team Emirates con un magro bottino (al netto di un eventuale successo sul traguardo di Bassano del Grappa oggi pomeriggio) di un solo successo, la seconda frazione del Giro del Lussemburgo. Di certo non quello che la compagine emiratina si aspettava dopo averlo strappato a 2021 già iniziato al team DSM, con il quale il ventitreenne aveva vinto una tappa del Tour 2020 e soprattutto aveva ancora un contratto in essere.

“Dopo il cambio di squadra, l’inizio è stato di facile e non sono partito come avrei voluto – ha dichiarato l’elvetico a Cyclingnews analizzando la sua stagione, spiegando che però il cambio di team non ha inciso sul suo rendimento –  Poi ero tornato in buona forma, ma sono caduto al Tour, poi ero di nuovo a un buon livello al Giro di Lussemburgo e sono caduto ai Mondiali. Il problema non è stato il cambio di team, avevo avuto successo,  ma poi è difficile confermarsi e poi sono stato sfortunato. […] Ho fatto comunque buone gare. Il problema non è stato il cambio di team, perché qualche cambiamento in inverno c’è sempre. Non so dire quale sia stato il problema”.

 

Infine, dopo aver parlato del tanto chiacchiericcio suscitato dal suo trasferimento a inizio anno, pur non potendo entrare nello specifico delle motivazioni, e del piacere di lavorare con Tadej Pogacar, il classe ’98, forte dell’unico successo stagionale,  ha dato appuntamento alla prossima stagione sperando di tornare al livello del 2020: “Alla fine ci si allena sempre per vincere, non per fare buone prestazioni. È bello fare buone prestazioni, per costruire per il futuro, ma l’obiettivo è sempre la vittoria. Il successo al Giro del Lussemburgo mi ha dato motivazione. Questa è stata comunque una buona stagione, ho la mia vittoria. Ora spero di avere una piccola pausa e poi cominciare a lavorare duro per la prossima stagione, per renderla ancora migliore di questa e tornare al mio livello di performance di 2 anni fa”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *