© UAE Team Emirates

UAE Team Emirates, Henao: “Sarebbe bello vincere subito al Tour Colombia”

Sergio Luis Henao ha le idee chiare su come rompere il ghiaccio con la nuova divisa della UAE Team Emirates. Approdato alla corte di Beppe Saronni dopo sette stagioni nel Team Sky, lo scalatore colombiano punta a rilanciarsi dopo un 2018 in cui ha conquistato il titolo nazionale in linea al debutto in corsa senza poi riuscire a togliersi altre soddisfazioni. Con trittico delle Ardenne e Tour de France considerati gli epicentri di un anno in cui potrà curare in maniera diversa (e forse migliore) le proprie ambizioni personali, il 31enne di Rionegro esordirà nella prova in linea dei campionati nazionali per poi proseguire con il Tour Colombia, appuntamento in programma dal 12 al 17 febbraio e sul quale investirà le prime fiches del suo 2019.

“Sono molto felice che una gara del genere passi per la mia città, quella che mi ha visto crescere e mi ha dato molto come uomo e atleta. È affascinante pensare che una corsa così prestigiosa, piena di corridori di livello mondiale, possa arrivare qui. Mi riempie di orgoglio e di motivazioni per dare il massimo. Sarebbe bello aggiungere al mio palmares una vittoria, perché qui conosco ogni metro di strada e ogni curva. Qui abbiamo una cultura e un rispetto per i ciclisti come non esiste da nessuna altra parte al mondo. L’atmosfera sarà spettacolare e darà modo agli europei di vedere un’altra faccia della nostra terra. Vedranno il paradiso nel quale ci alleniamo e prepariamo per i grandi appuntamenti”.

Il percorso sarà come di consueto ricco di salite: “La tappa regina sarà l’ultima con arrivo ad Alto Palmas, una salita che conosco molto bene e che è un delle più difficili da queste parti. Anche quella del giorno prima, con arrivo a La Union, sarà complicata perché la salita finale è lunga sette chilometri e si arriva a quota 2500 metri. Ritengo che queste due siano le frazioni chiave, anche se prevedo che la cronometro a squadre solcherà delle distanze importanti”.

Ultima battuta sul cambio di squadra, maturato a un anno dal disimpegno di Sky dal ciclismo: “Un cambiamento è sempre positivo. I sette anni trascorsi nel Team Sky hanno contribuito molto alla mia crescita come persona e atleta, e ora voglio portare questa esperienza nel nuovo team. Mi vedo come un ciclista vincente e far parte del progetto UAE è un’altra sfida per la mia carriera. La affronto con grande ambizione e non c’è niente di meglio di iniziare sulle strade di casa”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.