Parigi-Roubaix 2022, Mathieu van der Poel: “Non avevo le gambe per vincere oggi”

Ci si aspettava sicuramente di più da Mathieu van der Poel alla Parigi – Roubaix 2022. Il portacolori della Alpecin – Fenix si è trovato, infatti, a dover inseguire praticamente tutto il giorno, tagliato fuori dai ventagli nelle prime fasi di corsa, ma poi anche dopo, quando la gara è entrata nel vivo. L’olandese ha corso quasi tutto il giorno sulle ruote, andando all’attacco solo nel finale, quando però Dylan van Baarle (Ineos Grenadiers) si era già involato verso il successo e anche la lotta per il secondo posto era oramai lontana. Dopo il podio alla Milano-Sanremo e la vittoria al Giro delle Fiandre, la terza classica monumento del classe 1995 si è conclusa con un anonimo nono posto.

È stata una gara un po’ strana – ha commentato il quattro volte campione del mondo di ciclocross – perché quando il gruppo si è frazionato all’inizio non mi sembrava si stesse andando a tutta nei ventagli, ma si è spezzato ed è stata corsa dura tutto il giorno. Credo che la squadra abbia fatto un ottimo lavoro: oggi è stata molto forte. Anche io ero ok, ma non avevo le gambe per vincere. Non so quale sia la media, ma sicuramente è stata una Parigi – Roubaix velocissima“.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button