Israel Start-Up Nation, Rory Sutherland svela: “Nairo Quintana è stato il leader più difficile con cui lavorare”

Rory Sutherland è arrivato quest’anno alla Israel Start-Up Nation. Il 38enne australiano ha vestito numerose maglie nel corso della sua carriera da professionista, tra le quali spicca quella della Movistar tra il 2015 e 2017 con cui aiutò Nairo Quintana a vincere la Vuelta a España 2016. Il veterano del gruppo ha raccontato ad Eurosport Classics anche la sua esperienza al servizio del campione colombiano, mettendone in risalto anche i limiti da lui evidenziati dal punto di vista caratteriale, che ne fanno una personalità controversa.

“Secondo me Nairo è un corridore un po’ difficile con cui lavorare. Ho lavorato con diversi leader, e probabilmente è stato quello più difficile, non direi esigente, perché è una brava persona e ha un grande cuore, ma lo è in quei momenti, sul lavoro”.

Sutherland sottolinea che non si tratta di una critica, ma il suo carattere introverso non lo aiuta a interfacciarsi al meglio con i compagni di squadra: “Ha molta passione. Ed è così determinato che entra nel suo piccolo mondo – precisa – Ha avuto pochissimi attriti, ma ha litigato con me e con altri colleghi che gli hanno detto: ‘guarda, sappiamo cosa stiamo facendo, è il nostro lavoro’, quindi resta con noi, fidati di noi. Credi nella tua squadra e seguiamo il piano, siamo qui per te”.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.