© Jean-Claude Faucher

Giro di Svizzera 2019, la felicità di Yves Lampert: “Batterli tutti è stato pazzesco”

La cronometro del Giro di Svizzera 2019 ha avuto in Yves Lampaert un vincitore inatteso. Nonostante non sia un corridore di secondo piano nelle prove contro il tempo, considerato anche il titolo nazionale vinto nel 2017, il belga non era tra i grandi favoriti, ma ha saputo cogliere al meglio l’opportunità. A Ulrichen il corridore della Deceuninck-Quick Step ha messo tutti in fila, precedendo il compagno di squadra Kasper Asgreen di cinque secondi, l’altro danese Soren Kragh Andersen (Sunweb) di 10 e lasciando a 19 secondi il campione del mondo della specialità, l’australiano Rohan Dennis (Bahrain-Merida).

“È davvero incredibile – le prime parole di Lampaert dopo il successo di sabato, il primo della sua stagione e il nono della carriera – Proprio non mi aspettavo di vincere. Ho dato tutto quello che avevo, sapevo che la lunghezza della cronometro era buona per me, ma batterli tutti è pazzesco. Sono super felice”.

Sul tipo di percorso, il campione del Belgio in carica per quel che riguarda la prova in linea ha aggiunto: “È stata una crono molto tecnica nella prima parte e poi decisamente veloce. Bisognava spingere fino alla fine e io l’ho fatto, andando al massimo”. Che il 28enne di Izegem stia diventando uno specialista delle cronometro? “Ogni anno miglioro un po’, ma i miei obiettivi principali rimangono le Classiche del Nord. Le prove contro il tempo le prendo come un buon allenamento e le affronto divertendomi”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *