© Sirotti

Deceuninck-QuickStep, Patrick Lefevere interviene sulla questione vaccini: “Gli atleti devono fare la fila, come tutti gli altri”

Patrick Lefevere dice la sua sulla vaccinazione per il Covid-19 a cui si è sottoposta ieri la UAE Team Emirates. La squadra emiratina ha fatto notizia nel mondo del ciclismo e dello sport in generale, anticipando tutti nel vaccinare corridori e staff durante il ritiro iniziato due giorni fa a Dubai, e in queste ore sono arrivate diverse reazioni e dichiarazioni rispetto a questo evento, tra cui appunto quella del team manager della Deceuninck-QuickStep. Interpellato da Sporza, il belga per ora non si sbilancia riguardo alla possibilità di vaccinare i membri della formazione che dirige, preferendo attendere per non apparire come una sorta di ‘privilegiato’ che salta la fila.

“Non è una cosa che mi fa ingelosire – ha dichiarato Lefevere – Vuol dire che sono più efficienti di noi. Se lo è la squadra o il Paese? Penso che abbia principalmente a che fare con il Paese. Non credo che una squadra possa ottenere un vaccino in questo momento, a meno che non lo faccia in maniera disonesta“.

Ho il sospetto che gli Emirati abbiano buoni collegamenti con la Cina e che avranno pagato per questo – ha proseguito il team manager belga – Ma non correranno più veloci. Anche se, ovviamente, se hai ricevuto un vaccino sei al sicuro. Non vorrei essere sulla prima pagina dei giornali, con tutti a dire che i corridori possono avere un po’ di più solo perché vanno in bicicletta. Gli atleti devono fare la fila, come tutti gli altri“.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.