© Sirotti

UAE Team Emirates, Aru debutta a Maiorca e ammette: “Il Tour mi si addice più del Giro”

Fabio Aru non ha ancora deciso su quale Grande Giro puntare nel 2019. Reduce da una stagione decisamente al di sotto delle aspettative, conclusa senza vittorie e bucando l’appuntamento sia al Giro d’Italia che alla Vuelta a España, il portacolori della UAE Emirates Team svelerà soltanto nei prossimi giorni il suo calendario completo per il prossimo anno. Se in un primo momento la sua partecipazione alla Corsa Rosa sembrava infatti scontata, come confermato anche dalle dichiarazioni di alcuni compagni di squadra come Alexander Kristoff, a gettare dubbi sulla stessa è stato il diretto interessato, intervistato da RadioCorsa durante il ritiro che la formazione emiratina sta sostenendo in Spagna a Tarragona.

Chiamato a rispondere sull’immediato futuro, il 28enne sardo ha svelato soltanto una prima parte del suo programma gare per il 2019: “Debutterò al Challenge Maiorca a fine gennaio, poi molto probabilmente prenderò parte alla Volta ao Algarve e alla Volta a Catalunya. Poi per quanto riguarda i programmi successivi, durante questo ritiro abbiamo effettuato vari test con preparatori e medici e  c’è bisogno di qualche tempo per decidere quello relativo ai GT. Non nascondo che il percorso del Tour de France si adatti di più alle mie caratteristiche rispetto a quello del Giro d’Italia. Per un italiano il Giro è sempre bello, ma se devo pensare esclusivamente alle mie caratteristiche la Grande Boucle mi si addice di più“.

In attesa di capire se l’ex campione d’Italia opterà per una scelta in controtendenza rispetto a molti dei suoi possibili avversari, l’anno che verrà – il secondo alla corte di Beppe Saronni – chiama il riscatto dopo un passaggio a vuoto dalla portata inattesa. Pungolato sulla possibilità di riprendere da dove aveva lasciato, con il quinto posto di Parigi del 2017 giunto al termine di una corsa che lo ha visto indossare la Maglia Gialla per alcuni giorni, Aru ha replicato: “Non mi soffermo mai sul passato, ma certe volte è giusto non  dimenticare quanto fatto. C’è una stagione che ci aspetta, il 2019  inizierà a breve e ci sarà tempo e spazio per dimostrare quello che sono”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.