© Team Sunweb

Giro d’Italia 2019, Tom Dumoulin: “Sono davvero triste, una delusione terribile. Non so quanto sia grave”

Mesto ritiro per Tom Dumoulin dal Giro d’Italia 2019. Caduto rovinosamente ieri il capitano del Team Sunweb ha provato stamattina a prendere regolarmente il via, ma si è dovuto arrendere dopo poche pedalate una volta salito concretamente in bici. Dopo aver fatto della Corsa Rosa il suo grande obiettivo stagionale, il vincitore dell’edizione 2017 è costretto ad alzare bandiera bianca lasciando il #Giro102 orfano di uno dei suoi protagonisti più attesi.

“Questa mattina ho provato sui rulli e mi sembrava tutto ok – spiega ai giornalisti dal bus della squadra – Almeno sino a quando non ho iniziato pedalare concretamente in bici, lì ho sentito un grande dolore. Ho provato anche a cambiare posizione o alzare il sellino, ma non c’è stato niente da fare. Posso camminare, piegare la gamba, ruotarla, ecc, ma non spingere a tutta e fare la corsa”

Inevitabilmente, non manca la delusione per aver dovuto rinunciare al suo obiettivo: “Sono davvero triste, per me è una cosa terribile, dopo mesi e settimane di preparazione, in cui ho lavorato duramente… Non era certo così che avevo previsto andassero le cose”. A questo punto incerto il suo futuro considerando che al momento non sa ancora le reali conseguenze della caduta. “Non so quanto sia grave – risponde quando gli si chiede se ora punterà al Tour de France – Spero non sia niente di rotto e che sia solo gonfio per un colpo duro. Ma ora sento di aver perso molta forza. Spero di poter essere tornato al meglio nelle prossime settimane per poter decidere, ma ancora non so nulla”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.