© Sirotti

Tour de France 2020, Bernard Hinault si esprime sulla decisione di Ineos di portare tre capitani: “Si sono creati un problema da soli”

Bernard Hinault critica la gestione del team Ineos sulla questione dei tre capitani al Tour de France 2020. L’ex corridore francese, intervistato da AD, ha dichiarato che il team britannico si è creato un problema da solo, attirando tutti i suoi corridori migliori alla Grande Boucle. Gli stessi corridori, del resto, avevano dichiarato di non aver ben compreso come sarebbe stata gestita la situazione e pare che alcune dichiarazioni ambiziose di Egan Bernal abbiano fatto nascere anche dei dissapori tra la compagine guidata da Dave Brailsford e Chris Froome, che si starebbe dunque guardando intorno.

È un problema che alla Ineos si sono creati da soli – ha dichiarato il cinque volte vincitore del Tour – Hanno attirato i corridori migliori verso la vittoria del Tour ogni anno. Voglio vincere tutti e tre i GT. Sta alla dirigenza prendere le decisioni, ma non hanno mai fatto questo in passato. La decisione sulla leadership dovrà essere presa in montagna. Si sono creati un problema da soli. Io dico che Froome ce l’ha dentro. Bernal è il corridore del futuro, mentre Froome dovrà aspettare il Tour e poi decidere sul futuro. Per lui sarebbe meglio andar via qualora non vincesse il Tour per mancanza di supporto. Dovrà andare in un team dove sarà certo di essere capitano unico al Tour”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.