© ASO / Broadway

Tour de France 2019, Top/Flop del giorno

La nostra rubrica che, tra il serio ed il faceto, traccia il bilancio della giornata appena conclusasi al Tour de France 2019.

TOP

Peter Sagan: Questa era la grande occasione per sbloccarsi e non l’ha sprecata. L’ex Campione del Mondo ha sfruttato una tappa che si è rivelata indigesta ai velocisti puri per vincere la prima tappa di questa edizione e di fare un ulteriore passo in avanti verso l’ennesima maglia verde. Quando c’è da tirare fuori il carattere non si tira mai indietro e quella di oggi ne è l’ennesima dimostrazione.

Toms Skujiņš‏: Questa tappa era una golosa occasione per gli attaccanti da lontano e il lettone, corridore che ha nelle sue corde queste imprese, è il più in palla del drappello di testa. È l’ultimo ad alzare bandiera bianca ma oggi il gruppo non lascia fare, quindi appuntamento alla prossima occasione.

Matteo Trentin: Il Campione Europeo centra un’ottima volata partendo al momento giusto, ma poi la luce si spegne all’improvviso e si fa superare da due avversari. I segnali comunque sono più che buoni in vista delle prossime settimane, quando i velocisti puri saranno sempre meno competitivi e quando ci sarà anche la possibilità di centrare qualche fuga da lontano.

FLOP

Michael Matthews: Dopo le prime ottime prestazioni, questa sembrava l’occasione perfetta per contendere il successo di tappa a Sagan e compagnia, ma la gamba non è quella dei giorni migliori. Un giro a vuoto di capitale importanza per l’australiano che fa lavorare inutilmente la propria squadra per tutta la tappa, come successo anche ieri, e perde terreno prezioso in ottica maglia verde.

Edvald Boasson Hagen: Complice oggi uno sfortunato problema meccanico nel momento peggiore, il norvegese non è ancora riuscito a trovare lo spunto giusto in questa edizione del Tour. Il dodicesimo posto di oggi è un discreto passo in avanti, ma da lui è lecito aspettarsi qualcosa di più. Anche l’anno scorso ci aveva messo diversi giorni prima di carburare e inanellare qualche buona prestazione, per cui non resta che aspettare.

Ilnur Zakarin e Rohan Dennis: Il russo e l’australiano si lasciano sfilare anche oggi, giungendo al traguardo molto lontani dal gruppo di testa. Ormai è evidente che non stanno pensando alla classifica generale, ma sicuramente a qualche azione da lontano. Che domani sia già il momento propizio per vederli andare in fuga per il successo di tappa?

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.