Vuelta a España 2022, bis di Sam Bennett a Breda! Edoardo Affini nuova Maglia Rossa

Sam Bennett concede il bis alla Vuelta a España 2022. Il velocista della Bora – hansgrohe, dopo il successo di ieri, conquista anche il traguardo di Breda dove si impone in una volata lunghissima con una grande progressione. Anche oggi seconda piazza per Mads Pedersen (Trek-Segafredo) che precede Daniel McLay (Arkéa-Samsic). Cambia ancora la Maglia Rossa, con la Jumbo – Visma che sembra divertirsi a farla indossare a tutti i suoi corridori: oggi sarà Edoardo Affini a salire sul palco delle premiazioni togliendo la maglia al compagno Mike Teunissen, che nel finale si è messo in testa a lavorare per il team.

Malgrado lo scenario perfetto per velocisti, non sono mancati gli attacchi sin dalle prime fasi di corsa. Rapidamente sono Julius van den Berg (EF Education-EasyPost), Jan Bakelants (Intermarché-Wanty-Gobert), Thomas de Gendt (Lotto Soudal), José Herrada (Cofidis), Ander Omamika (Burgos-BH), Pau Miquel (Equipo Kern Pharma ) e Mikel Iturria (Euskaltel-Euskadi) a farsi largo e formare la fuga di giornata, riuscendo rapidamente a guadagnare tre minuti prima che le formazioni dei velocisti comincino ad organizzarsi. A controllare il gruppo sono così Bora-hansgrohe, Trek – Segafredo e Alpecin – Deceuninck, che decidono di non concedere altro margine.

Da quel momento comincia il graduale recupero del gruppo, con i battistrada che intanto proseguono ad alto ritmo visto che la prima ora di gara vede una media di 46 km/h, che sostanzialmente si ripete nelle ore successive. Un ritmo che non affronta Mike Woods (Israel-PremierTech), costretto al ritiro dopo circa 50 chilometri di corsa in seguito ad una caduta che lo ha visto sbattere la testa a terra, oltre alla spalla. Dopo essersi rialzato in stato confusionale, il canadese viene trasportato in ospedale dove in seguito gli verrà diagnosticata una commozione cerebrale.

Con le tre squadre degli sprinter più attesi a controllare, la corsa prosegue senza grandi scossoni. I battistrada arrivano così a giocarsi il GPM, dove a passare per primo è De Gendt davanti a Van Den Berg, che conserva così la sua maglia a pois, con un vantaggio di circa un minuto sul gruppo, ormai deciso ad assaltare i sette uomini di testa, il cui vantaggio continua a scendere in maniera rapida ed inesorabile. Ultimo momento di gloria per loro è così il Traguardo Volante posto a 23 chilometri dall’arrivo, conquistato nuovamente da De Gendt, che si rialza subito dopo, venendo ripreso dal gruppo ormai a pochi secondi dietro gli altri attaccanti.

I sei proseguono così fino a dodici chilometri dal traguardo, quando vengono ripresi da un gruppo nel quale è appena rientrato Richard Carapaz (Ineos Grenadiers), caduto e atteso dai suoi compagni. Lanciato verso il traguardo, il gruppo vede la Jumbo – Visma portarsi in testa per proteggere il suo capitano. A tirare è Mike Teunissen, segno che la Maglia Rossa sarà oggi per un suo compagno. A tre chilometri dall’arrivo si portano invece davanti le formazioni dei velocisti, con la UAE Team Emirates che emerge all’interno dell’ultimo chilometro, provando a mettere in rampa di lancio Pascal Ackermann.

La formazione emiratina deve tuttavia fare i conti con il vento contrario, finendo per lasciare troppo presto esposto il suo capitano, a quel punto costretto a partire lunghissimo. Il suo sforzo risulta così prematuro e ad approfittarne al meglio è Sam Bennett (Bora-hansgrohe), che approfitta al meglio del rallentamento che si crea per rimontare da dietro e imporsi nettamente su Mads Pedersen (Trek-Segafredo) e uno scaltro Dan McLay (Arkéa-Samsic), che si era mosso bene.

Risultato Tappa 3 Vuelta a España 2022

Classifica Generale Vuelta a España 2022

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button