Vuelta a España 2021, Magnus Cort resiste alla rimonta di Andrea Bagioli!

Magnus Cort fa doppietta alla Vuelta a España 2021. Il corridore della EF Education – Nippo si è imposto allo sprint resistendo al tentativo di rimonta da parte di Andrea Bagioli (Deceuninck-QuickStep), che ha sfiorato il successo per pochi centimetri. Terzo posto per Michael Matthews (Team BikeExchange) davanti a Matteo Trentin (UAE Team Emirates). Nono posto per Gianluca Brambilla (Trek-Segafredo). Nessun cambiamento in classifica generale con Odd Christian Eiking (Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux) che conserva senza problemi la maglia rossa.

Sin dalla partenza ufficiale si registrano numerosi attacchi per cercare di portar via la fuga buona; tuttavia tutti i vari tentativi vengono annullati dal plotone, che per molti chilometri impedisce a chiunque di avvantaggiarsi. La prima ora di gara, così, vola via a più di 50 km/h di media, con il gruppo che si mantiene compatto ancora fino al chilometro 75, quando Mikel Iturria (Euskaltel-Euskadi), Sander Armée (Qhubeka NextHash) e Sebastian Berwick (Israel Start-Up Nation) riescono finalmente a prendere un po’ di margine.

Al loro inseguimento si lanciano Julen Amezqueta (Caja Rural-Seguros RGA) e Jetse Bol (Burgos-BH), sui quali si riportano poi Stan Dewulf (Ag2r Citroen), Maxim Van Gils (Lotto Soudal) e Chad Haga (Team DSM). Questi cinque inseguitori si ricongiungono velocemente ai tre battistrada, andando a formare un drappello di otto corridori con un vantaggio di poco superiore al minuto sul gruppo, nel quale si registra una caduta che vede coinvolti un paio di corridori della Alpecin-Fenix e che costringe al ritiro Tobias Bayer.

Successivamente, in testa al plotone si porta la UAE Team Emirates, evidentemente interessata a non far dilatare il divario dei fuggitivi. Al primo passaggio sulla linea d’arrivo, infatti, il ritardo del gruppo è di poco superiore al minuto, con la formazione emiratina che tiene sotto controllo la situazione. All’imbocco del primo GPM di giornata il divario continua a mantenersi costante, con un ritmo che vede alcuni corridori perdere contatto, tra cui Omar Fraile (Astana-PremierTech) e Richard Carapaz (Ineos Grenadiers), mentre Chad Haga perde le ruote dei compagni di fuga. Lo statunitense viene ripreso dal gruppo proprio nel momento in cui si registra una caduta che vede coinvolti diversi big, tra cui Primoz Roglic e Adam Yates. Lo sloveno riesce a rientrare quasi subito grazie ai compagni, mentre impiega qualche chilometro in più il britannico, che comunque si riporta sulla coda del gruppo prima del GPM, sul quale passa per primo Iturria.

Il basco non si rialza ed inizia con un piccolo vantaggio la discesa al termine della quale viene ripreso dagli altri fuggitivi, mentre il gruppo, sempre guidato dalla UAE, rinviene a gran velocità e si porta a meno di 30” dalla testa della corsa quando si transita per la seconda volta sul traguardo. Poco prima dell’ultima ascesa di giornata Berwick, Bol e Iturria sono i primi a perdere contatto e venire riassorbiti dal gruppo. È così Maxim Van Gils a cominciare la salita da solo, col gruppo a una trentina di secondi, mentre a 5 chilometri dal GPM vengono ripresi Stan Dewulf, Julen Amezqueta e Sander Armée, col gruppo che si avvicina sempre di più.

A quel punto Jonathan Lastra (Caja Rural-Seguros RGA) prova l’allungo, ma la sua azione non ha successo e viene ripreso poco dopo insieme a Van Gils. A 2 chilometri dallo scollinamento scattano invece Jay Vine (Alpecin-Fenix) e Giulio Ciccone (Trek-Segafredo), sui quali si portano subito Romain Bardet (Team DSM) e Sergio Henao (Qhubeka NextHash). I quattro scollinano con 27” di vantaggio sul gruppo, riuscendo a toccare un vantaggio di 30” entrando negli ultimi 15 km, quando sono Ion Izaguirre (Astana-PremierTech) e Matteo Trentin (UAE Team Emirates) a provare ad uscire dal gruppo per portarsi su di loro.

Questa coppia viene tuttavia ripresa quasi subito dal plotone guidato dal Team BikeExchange e destino simile è quello del quartetto di testa poco dopo. Il gruppo riassorbe così definitivamente i fuggitivi e si prepara ad una volata velocissima. Ad avere la meglio è Magnus Cort che, perfettamente lanciato da Jens Keukeleire, riesce a resistere alla rimonta di Andrea Bagioli.

Risultato Tappa 12 Vuelta a España 2021

Classifica Generale Vuelta a España 2021

Partecipa al Fanta Giro d'Italia e scegli la tua squadra per la ottava tappa. Montepremi minimo di 500 euro!

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button