Presentazione Percorso e Favoriti Memorial Pantani 2022

La ricca settimana di corse in Italia prosegue con il Memorial Pantani 2022. La gara dedicata all’indimenticato campione, scomparso il 14 febbraio 2004, quest’anno si disputa sabato 17 settembre, prendendo il via da Forlì e concludendosi come da tradizione a Cesenatico. La corsa di categoria 1.1 richiamerà un campo partenti di prim’ordine, anche considerato il fatto che ci sono tante squadre a caccia di punti UCI molto preziosi in questo finale di stagione; al via dell’evento ci saranno quindi nove formazioni WorldTour, quattro squadre Professional e otto team Continental. I corridori in gara andranno a caccia del posto nell’albo d’oro successivo a quello occupato da Sonny Colbrelli, primo classificato nel 2021, e dovranno fare i conti con delle condizioni meteo che si prevedono abbastanza complicate.

ORARIO DI PARTENZA: 11:00
ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 15:44-16:12
DIFFERITA TV: 21:45-22:30 RaiSport / RaiPlay
HASHTAG UFFICIALE: #MemorialPantani

Albo d’oro recente Memorial Pantani

2021 COLBRELLI Sonny
2020 FELLINE Fabio
2019 LUTSENKO Alexey
2018 BALLERINI Davide
2017 ZAMPARELLA Marco
2016 GAVAZZI Francesco
2015 ULISSI Diego
2014 COLBRELLI Sonny
2013 MODOLO Sacha
2012 FELLINE Fabio

Percorso Memorial Pantani 2022

Forlì – Cesenatico (188,6 km)

Diversamente dalle ultime edizioni, quest’anno il via della corsa verrà dato da Forlì, e dopo soli sei chilometri dalla partenza i corridori affronteranno subito la prima asperità di giornata, l’ascesa di Rocca delle Caminate, lunga circa 7000 metri. Una veloce discesa verso Meldola e una decina di chilometri di fondovalle condurranno poi il gruppo ai piedi della seconda salita, quella di Pieve di Rivoschio, che complessivamente misurerà 9500 metri (con un breve tratto di contropendenza poco prima dello scollinamento), a sua volta seguita da un tratto pianeggiante che consentirà di raggiungere il classico circuito di Montevecchio.

Lungo 33,9 chilometri e da ripetere per due volte e mezza, l’anello sarà caratterizzato dalla salita di Montevecchio, da scalare in tutto per tre volte, che nei suoi 4500 metri proporrà una pendenza media del 7% e punte del 14% e in cima alla quale si trova il monumento dedicato a Marco Pantani. È qui che, solitamente, coloro che vogliono evitare la volata provano ad attaccare per fare selezione e cercare di portar via un drappello che possa arrivare a giocarsi la vittoria.

Dopo il terzo passaggio sul GPM, si uscirà quindi dal circuito per dirigersi verso Longiano, dove il breve strappo (900 m all’11%, max. 16%) che porta al Castello costituirà l’ultima asperità di giornata; da qui al traguardo, lontano 42 chilometri, la strada sarà infatti tutta pianeggiante, e potrà consentire ai corridori staccatisi in precedenza di rientrare sugli eventuali attaccanti. Giunti a Cesenatico si affronterà dunque il circuito finale di 5000 metri, da ripetersi per quattro volte, con la linea d’arrivo che sarà posta su Viale Carducci, davanti alla statua di Marco Pantani, al termine di un lungo rettilineo di 1300 metri.

Favoriti Memorial Pantani 2022

Clicca qui per la startlist

Come accaduto spesso in passato, la corsa potrebbe risolversi con uno sprint di un gruppo di 30-35 corridori, ma le previsioni meteo annunciano pioggia e vento per buona parte della giornata, dunque è possibile che alla fine esca fuori una selezione maggiore. In questo caso, ad emergere sarebbero soprattutto gli uomini da classiche, a partire da Marc Hirschi (UAE Team Emirates), che ha sicuramente mostrato una buona gamba nelle ultime uscite imponendosi al Giro della Toscana e ottenendo il nono posto alla Coppa Sabatini. In caso di un arrivo di un drappello piuttosto ristretto, l’elvetico sarebbe probabilmente uno dei corridori più veloci, ma non è da escludere che possa anche giungere al traguardo in solitaria; in entrambi gli scenari, comunque, potrebbero essere protagonisti anche due suoi compagni di squadra, Diego Ulissi e Alessandro Covi, con il primo che ha già conquistato questa gara nel 2015.

Guardando sempre agli uomini da classiche, Daniel Martinez (Ineos Grenadiers) è l’altro corridore che è stato protagonista della due giorni toscana grazie al successo in quel di Peccioli e al terzo posto a Pontedera. In queste due gare, il colombiano ha dimostrato di non aver timore ad attaccare da lontano, cosa che potrebbe fare anche qui assieme a corridori come Aleksandr Vlasov (Bora-hansgrohe), Andrea Piccolo (EF Education-EasyPost), Andreas Kron (Lotto Soudal) e Simone Velasco (Astana Qazaqstan), che hanno dimostrato una buona condizione alla Coppa Sabatini e che potrebbero provare a ripetersi in questa giornata.

Se invece la corsa dovesse invece seguire i canoni “tradizionali”, allora entrerebbero in gioco tutti quei velocisti dotati di una certa resistenza quali Alex Aranburu (Movistar) e Vincenzo Albanese (Eolo-Kometa), entrambi sul podio di questa corsa lo scorso anno alle spalle di Colbrelli. Sia lo spagnolo, a caccia di punti per la sua squadra, sia il 25enne campano sono comunque corridori che non hanno bisogno di attendere lo sprint, ma possono anche muoversi in prima persona inserendosi in azioni a lunga gittata al pari di un altro atleta con caratteristiche simili, Natnael Tesfazion (Drone Hopper-Androni Giocattoli), spesso protagonista nelle classiche italiane.

Più complicato, ma non impossibile, che a giocarsi il successo siano degli sprinter un po’ più puri ma comunque in grado di resistere nei percorsi movimentati. Stiamo parlando di corridori come Filippo Fiorelli (Bardiani CSF Faizanè), che ha ottenuto un paio di buoni piazzamenti al Tour of Britain, Andrea Pasqualon (Intermarché-Wanty-Gobert), 15esimo a Peccioli, Giacomo Nizzolo (Israel-Premier Tech), Elia Viviani (Ineos Grenadiers) e Davide Cimolai (Cofidis), che invece hanno faticato un po’ di più nelle ultime uscite; per loro non sarà facile superare le varie asperità di giornata, ma in ogni caso sono da tenere in considerazione se a presentarsi sul rettilineo finale sarà un gruppo più numeroso.

Diverse carte da giocarsi per questa corsa le ha la TotalEnergies, che potrà puntare a un buon risultato con Mathieu Burgaudeau, Alexis Vuillermoz o Valentin Ferron. Più opzioni anche per la Movistar, che oltre ad Aranburu potrà contare su Einer Rubio, Gorka Izagirre e Antonio Pedrero, e per la EF Education-EasyPost, che nelle ultime gare si è messa in evidenza con Esteban Chaves e Odd Christian Eiking. Tra le altre formazioni WorldTour al via, la Bora-hansgrohe ha in Emanuel Buchmann e Felix Großschartner due valide alternative a Vlasov, mentre in casa Astana Qazaqstan attenzione a Vincenzo Nibali, alle ultime corse della carriera, che a Cesenatico ha già colto un terzo posto nel 2015.

Per un possibile piazzamento sono infine da tenere in considerazione corridori come Samuele Zoccarato e Davide Gabburo (Bardiani CSF Faizanè), Victor Lafay (Cofidis), Kobe Goossens (Intermarché-Wanty-Gobert), Mattia Bais (Drone Hopper-Androni Giocattoli), Carlos Barbero (Lotto Soudal), Alessandro Fedeli (Eolo-Kometa) e Paul Double (Mg.K Vis Color for Peace VPM).

Borsino dei Favoriti Memorial Pantani 2022

***** Marc Hirschi
**** Alex Aranburu, Vincenzo Albanese
*** Daniel Martinez, Diego Ulissi, Alexis Vuillermoz
** Natnael Tesfazion, Andrea Piccolo, Aleksandr Vlasov, Mathieu Burgaudeau
* Filippo Fiorelli, Simone Velasco, Andrea Pasqualon, Giacomo Nizzolo, Andreas Kron

Meteo Previsto Memorial Pantani 2022

Pioggia. Possibilità di precipitazioni: 100%. Umidità relativa: 80%. Vento: direzione SO fino a 48 km/h. Temperatura prevista: minima 16° C, massima 19° C.

Altimetria e Planimetria Memorial Pantani 2022

Cronotabella Memorial Pantani 2022

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button