© Tim de Waele

Parigi – Nizza 2017, il percorso

La stagione delle corse a tappe entra finalmente nel vivo con la Parigi-Nizza 2017. La rassegna francese si disputa anche quest’anno su otto tappe, dal 5 al 12 marzo, sette in linea ed una breve cronometro individuale. Il percorso di quest’anno si preannuncia quindi molto vario ed interessante, degno di un Grande Giro in formato ridotto, e pertanto ci darà già importanti indicazioni sugli equilibri di quest’anno tra gli uomini di classifica.

Il primo atto sarà una semplice Bois-d’Arcy – Bois-d’Arcy (148,5 km) che, nonostante tratto in leggera salita dai -2 all’ultimo chilometro, dovrebbe vedere già protagonisti i velocisti. Si proseguirà poi con la Rochefort-en-Yvelines – Amilly (195,0 km), altra tappa molto lineare che porterà il gruppo nella regione del Centro seguita dalla Chablis – Chalon-sur-Saône (190,0 km), anch’essa sulla carta dedicata alle ruote veloci.

Il primo scossone arriverà il quarto giorno con la breve cronometro individuale da Beaujeu al Mont Brouilly , del tutto pianeggiante ad eccezione degli ultimi tre chilometri che si isserano improvvisamente ad una pendenza media del 7,7% (2ª categoria). Ancora tanta pianura è poi in programma per la lunga Quincié-en-Beaujolais – Bourg-de-Péage (199,5 km), un po’frastagliata solo nei primi 100 chilometri, in attesa delle prime vere salite.

Si comincerà dunque a fare sul serio il sesto giorno, con un’interessante Aubagne – Fayence (193,5 km), che mette sul piatto ben sei GPM. Subito dopo il via verrà affrontato il Col de l’Espigoulier (1ª cat., 8,9 km al 5,6%), ma non ci saranno più difficoltà fino al Col de Bourigaille (1ª cat., 5,5 km al 6,1%), che verrà superato a 47,5 chilometri dal traguardo. Dopo una lunga discesa ed un passaggio dal traguardo si riaffronterà la stessa salita, ma da un altro versante (1ª cat., 8,1 km al 5,9%). Dopo un’altra lunga discesa di quasi 20 chilometri, ci vorrà però un altro sforzo per arrivare a Fayence, ovvero uno strappo molto duro di 1,3 chilometri al 9,8%.

La settima tappa, Nizza – Col de la Couillole (177,0 km) è un primo vero banco di prova per gli scalatori, con passaggi dal Col de Vence (1ª cat., 9,7 km al 6,6%), Col Saint-Martin (1ª cat., 7,5 km al 7,2%) e quindi scalata finale verso il Col de la Couillole (1ª cat., 15,7 km al 7,1%), salita lunga e molto regolare che non scende praticamente mai sotto il 7%.

La giornata conclusiva sarà poi una classica Nizza – Nizza (115,5 km) tutt’altro che scontata, molto simile a quella vinta l’anno scorso da Tim Wellens, con cinque colli da scalare prima della picchiata dal Col d’Èze (1ª cat., 7,7 km al 5,7%) verso la celebre località della Costa Azzurra.

L’ELENCO DELLE TAPPE

05.03. Tappa 1: Bois-d’Arcy – Bois-d’Arcy (148,5 km)
06.03. Tappa 2: Rochefort-en-Yvelines – Amilly (195,0 km / 164,0 km + 31,0 km)
07.03. Tappa 3: Chablis – Chalon-sur-Saône (190,0 km)
08.03. Tappa 4: Beaujeu – Mont Brouilly (14,5 km)
09.03. Tappa 5: Quincié-en-Beaujolais – Bourg-de-Péage (199,5 km)
10.03. Tappa 6: Aubagne – Fayence (193,5 km)
11.03. Tappa 7: Nizza – Col de la Couillole (177,0 km)
12.03. Tappa 8: Nizza – Nizza (115,5 km)
Totale: 1233,5 km


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.