Giro d’Italia 2023, Davide Bais: “Voglio dedicare la vittoria ad Arturo Gravalos. Al km 0 non mi davo nessuna chance”

Davide Bais ottiene il primo successo da professionista al Giro d’Italia 2023. Il corridore della Eolo-Kometa, infatti, si è imposto quest’oggi sul traguardo di Campo Imperatore, coronando una fuga a tre alla quale il gruppo ha lasciato un vantaggio inatteso anche per gli stessi battistrada. Il corridore italiano, infatti, ha spiegato che non pensava che la fuga sarebbe andata in porto, ma di aver capito poi strada facendo come gestire le energie per giocarsi al meglio le sue chance sul traguardo. Al termine della tappa, poi, il classe ’98 ha dedicato anche la vittoria al compagno Arturo Gravalos, alle prese con un tumore per il quale è stato già operato due volte.

Al chilometro 0 non mi davo nessuna chance – ha candidamente ammesso ai microfoni Rai – Anzi, sono andato in fuga per provare a prendere un po’ di punti per la maglia dei GPM e poi per fare da supporto a Fortunato, che è uno dei nostri uomini di classifica, poi quando ho visto che si poteva arrivare, ho cercato di risparmiare il più possibile e giocarmi il tutto per tutto sul finale”.

La nuova maglia azzurra è passato poi alle sensazioni dopo la vittoria e alle dediche: “Devo ancora realizzare quello che è successo, sono in un momento bellissimo, è la prima vittoria da professionista, è una vittoria bellissima, era da tanto che la cercavo e la volevo. Voglio dedicare la vittoria a un nostro compagno,  Arturo Gravalos, che sta lottando contro un grosso problema e lo salutiamo, alla mia fidanzata, alla mia famiglia, a tutta la squadra e a tutte le persone che mi vogliono bene”.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio