© LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi

Giro d’Italia 2020, Richard Carapaz teme Remco Evenepoel: “Non sarei sorpreso se vincesse”

Richard Carapaz è ormai pienamente focalizzato sul Giro d’italia 2020. L’ecuadoriano, campione uscente, punta quindi alla doppietta e comincia a mettere a fuoco quella che sarà la concorrenza. In un’intervista rilasciata a El Comercio, il 27enne scalatore ha spiegato quali sono le sue impressioni riguardo ciò che lo aspetterà sulle strade del Giro, con un occhio particolare per Remco Evenepoel. Come confermato proprio oggi, Carapaz affronterà Strade Bianche, Tirreno-Adriatico e probabilmente i Campionati del Mondo, di fatto ultimo appuntamento in ordine di tempo.

Al momento si trova in Ecuador, a casa sua, e conta di rifinire la preparazione con i colombiani Egan Bernal, Iván Ramiro Sosa, Brandon Rivera e Sebastián Henao, e col connazionale Jhonatan Narváez. Carapaz vorrebbe farlo in Ecuador, nell’area del Cile, dove puoi raggiungere i 4.000 metri di altitudine, ma potrebbe anche andare lui in Colombia.

Riguardo alla concorrenza, teme particolarmente l’astro emergente Remco Evenepoel: “Non sarei sorpreso se vincesse il Giro. Ha numeri che mi fanno pensare che possa farlo”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *