LINK UTILI GIRO D'ITALIA 2021
GUIDASTARTLISTNOTIZIERISULTATICLASSIFICA
© Movistar

Ecuador, Richard Carapaz e altri professionisti possono riprendere gli allenamenti in strada

Anche i professionisti ecuadoriani tornano ad allenarsi. La decision è arrivata dopo che il sindaco di Tulcan ha annunciato la possibilità per i ciclisti professionisti di riprendere la propria attività su strada dopo 45 giorni di stop. Una deroga molto speciale quella concessa visto che per il momento si tratta dei primi sportivi del paese ad aver ricevuto l’autorizzazione a riprendere gli allenamenti in maniera normale. Ovviamente, ci sono alcune regole a cui dovranno attenersi, come indossare una bandana sotto il caso per trattenere il sudore, oltre a mascherina e guanti, che dovranno essere sostituiti quotidianamente. Inoltre, dovranno chiaramente allenarsi da soli e mantenere le distanze di sicurezza: due metri affiancati, venti metri in scia.

Nella zona della città si trovano i professionisti più famosi del movimento ecuadoriano, a partire da Richard Carapaz (Ineos), che potrà così riprendere ad allenarsi verso il Giro d’Italia. Assieme a lui possono tornare in bici anche Jefferson Cepeda (Caja Rural – RGA Seguros), Alexander Cepeda (Androni-Sidermec) e il compagno di squadra Jonathan Caicedo. Una soluzione simile a quella adottata in Colombia, che ha visto prima Egan Bernal e i suoi concittadini potersi allenare per le strade di Zipaquira, allargata poi a tutti gli altri professionisti dopo la richiesta di Nairo Quintana al Ministro dello Sport.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.