Volta Limburg Classic 2023, splendido successo di Kaden Groves!

Kaden Groves conquista la Volta Limburg Classic 2023. Il portacolori della Alpecin-Deceuninck non ha aspettato la volata per giocarsi il successo nella corsa neerlandese, resa particolarmente dura dal percorso movimentato e dalle difficili condizioni meteo, ma ha fatto selezione in prima persona attaccando una prima volta a una settantina di chilometri dal traguardo di Eijsden, e poi nuovamente ai -47 e ai -20 dalla conclusione. Lo sprinter australiano ha quindi regolato in una volata a due Maxim Van Gils (Lotto Dstny), mentre un altro corridore della Lotto Dstny, Pascal Eenkhoorn, chiude il podio giornata con un ritardo di poco più di un minuto e mezzo dopo aver perso contatto dagli altri due a 20 chilometri dall’arrivo.

Il video dell’arrivo

Il racconto della corsa

La corsa parte sotto la pioggia e, pochi chilometri dopo il via, prende subito vita la fuga di giornata. Vanno via Tim Marsman (Metec-Solarwatt p/b Mantel), Timo de Jong (VolkerWessels Cycling Team), Marien Bogerd (Allinq Continental Cycling Team), Pierre-Pascal Keup (Team Lotto-Kern Haus), Abraham Stockman (TDT-Unibet) e Julian Borresch (Saris Rouvy Sauerland Team), tutti corridori di formazioni Continental. Il gruppo però non sembra lasciar fare, soprattutto perché due uomini della Jumbo-Visma, Jos Van Emden e Johannes Staune-Mittet animano un contrattacco insieme a Dries de Bondt, Simon Dehairs (entrambi della Alpecin-Deceuninck) e Milan Kadlec (Team DSM), che vengono prima tenuti a tiro dal plotone e poi riassorbiti.

Dopo 40 chilometri di gara, però, la corsa viene neutralizzata: i corridori del gruppetto di testa prendono infatti la strada sbagliata, costringendo i commissari a intervenire. Ricomposta la situazione originaria, la corsa riparte, con i sei fuggitivi che hanno un margine di una quarantina di secondi sul gruppo. La situazione rimane stabile giusto per qualche decina di chilometri, poi in testa al gruppo si verificano nuovi attacchi. Uno di questi porta Meindert Weulink (ABloc CT) a congiungersi con il gruppetto di testa. Poco dopo, si muove anche Rune Herregodts (Intermarché-Circus-Wanty), il cui attacco alza ulteriormente il ritmo del plotone. Con lui si muovono nuovamente Staune-Mittet e Dehairs: si forma così un terzetto che piomba sui sette al comando, formando un gruppetto di dieci unità, quando mancano meno di 90 chilometri all’arrivo.

La situazione venutasi a creare non piace alla Lotto Dstny, che organizza l’inseguimento, non riuscendo però a chiudere il buco. Nel frattempo anche Colby Simmons (Jumbo-Visma) e Jacob Scott (Bolton Equities Black Spoke) raggiungono la testa della corsa, che arriva così a contare 12 corridori. Sotto una pioggia continua, la Lotto decide di cambiare strategia e manda al contrattacco tre uomini, Milan Menten, Pascal Eenkhoorn e Maxim Van Gils, che provano a chiudere il divario di 50 secondi che li separa dalla testa della corsa. A loro si aggiungono anche De Bondt e Mathias Bregnhøj (Leopard TOGT Pro Cycling) e questo quintetto va a raggiungere il drappello al comando, dal quale perde invece contatto Borresch.

L’armonia tra i 16 battistrada, però, dura poco: alcuni corridori provano infatti subito ad accelerare, mentre dal gruppo, ormai abbastanza vicino, fuoriescono anche Oscar Onley (Team DSM) e Kaden Groves (Alpecin-Deceuninck), che prima vanno a riprendere alcuni degli attaccanti che hanno perso contatto a causa dei vari tentativi, e poi vanno a riprendere i tre corridori che poco prima erano riusciti a prendere un po’ di margine, ovvero Eenkhoorn, Van Gils e Herregodts. Questi cinque trovano subito l’intesa e iniziano a guadagnare sia sui primi inseguitori che sul plotone, lontani rispettivamente 50” e 1’20”.

In un tratto di salita ai -47 dalla conclusione, Groves decide però di accelerare, ma l’australiano viene ripreso poco dopo da Eenkhoorn, Van Gils e Herregodts, mentre Onley è vittima di un problema meccanico e, poco dopo, viene riassorbito dal drappello inseguitore, composto dagli ex attaccanti Menten, Scott, Marsman, De Jong, Weulink, Bregnhøj, Keup e Stockman. Questi ultimi vedono allontanarsi ulteriormente i quattro battistrada, e, allo stesso modo, anche quel che resta del gruppo continua a perdere terreno. Entrati negli ultimi 30 chilometri di gara, un’altra breve salita è invece fatale a Herregodts, che perde definitivamente contatto da Eenkhoorn, Van Gils e Groves.

Con la Lotto Soudal in superiorità numerica, ci si potrebbe aspettare che i due corridori della squadra belga tentino di scattare a turno per mettere in mezzo l’australiano della Alpecin-Deceuninck, ma in realtà è proprio quest’ultimo ad attaccare lungo l’ultimo strappo di giornata, il Moerslag, mandando in difficoltà Eenkhoorn. A quel punto Van Gils, sulla carta meno veloce dell’avversario, si mette a ruota di Groves e non concede più un cambio, sperando anche in un rientro del compagno di squadra Eenkhoorn che, però, non si concretizza, con il neerlandese che anzi perde parecchio terreno nei chilometri finali. Il belga, invece, non prova mai ad attaccare Groves, e i due si presentano così assieme sul rettilineo finale, dove l’australiano fa valere tutta la sua velocità per andare a conquistare il successo.

Risultato Volta Limburg Classic 2023

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio
Amstel Gold Race 2024 LIVEAccedi
+ +