Presentazione Percorso e Favoriti Tour Colombia 2020

Il Tour Colombia 2020 è giunto alla sua terza edizione. Nata nel 2018 con il nome di Colombia Oro y Paz, la corsa 2.1 sudamericana è sempre riuscita ad attrarre corridori di un certo livello alla partenza, complice anche la partecipazione dei corridori di casa più rappresentativi. Nomi di primo livello come Egan Bernal e Miguel Angel Lopez hanno lasciato la propria firma sull’albo d’oro, contribuendo a far crescere repentinamente il prestigio di una corsa che quest’anno è stata capace di attrarre al via ben sei formazioni di livello World Tour, affiancate da sei Professional, tra cui le tre italiane. A completare il parterre di partenza, poi, ci saranno cinque selezioni nazionali e dieci compagini Continental, tra cui la nostra Amore & Vita – Prodir.

Hashtag ufficiale: #TourColombia2020

Albo d’oro Tour Colombia

2019  LÓPEZ Miguel Ángel
2018  BERNAL Egan

Percorso Tour Colombia 2020

A dare il via alla corsa sarà una cronosquadre di 16 chilometri, che servirà a fare da passerella iniziale e a creare i primi distacchi in classifica. La seconda frazione, invece, è disegnata per arrivare in volata, visti i 152 completamente pianeggianti che porteranno i corridori da Paipa a Duitama. Con la terza tappa, la più lunga dell’intera kermesse, il percorso comincerà a indurirsi con la doppia scalata dell’Alto Moral, GPM di quarta categoria, che però sarà scollinato la seconda volta quando all’arrivo mancheranno ancora 80 chilometri di discesa e pianura al termine dei quali potremmo vedere un’altra volata a ranghi compatti o quasi.

La quarta frazione sarà invece la prima con arrivo in salita. Dopo una nuova doppia scalata dell’Alto Moral nelle fasi iniziali, infatti, i corridori si dirigeranno verso l’Alto Materials, GPM di terza categoria in cima al quale sarà posto il traguardo. Difficile da interpretare la quinta frazione, molto mossa soprattutto nella prima parte con un terreno favorevole a qualche imboscata, magari provata da qualche corridore rimasto attardato il giorno prima, con due GPM di quarta e un GPM di terza categoria che movimenteranno le fasi centrali della tappa.

La frazione decisiva sarà verosimilmente l’ultima, che comincerà con la doppia scalata dell’Alto Sisga nei primi 90 chilometri. Nei chilometri successivi un percorso molto mosso porterà i corridori ai piedi dell’Alto Patios, GPM di terza categoria posto a una quota superiore ai 3000 metri, ma semplice antipasto dell’ascesa finale. Dopo un tratto in discesa, infatti, i corridori si troveranno ai piedi dell’El Once Alto – Verjon, lunga salita con pendenze importanti che risulterà decisiva per la classifica finale.

Tappe Tour Colombia 2020

Tappa 1: Viva Exito – Viva Exito (16,7km, cronosquadre)
Tappa 2: Paipa – Duitama (152,4 km)
Tappe 3: Paipa – Sogamoso (183,3km)
Tappa 4: Paipa – Santa Rosa de Viterbo (174,2 km)
Tappa 5: Paipa – Zipaquirà (174,9 km)
Tappa 6: Zipaquirà – Alto Verjon (182,6 km)

Favoriti Tour Colombia 2020

Clicca qui per la startlist

Dopo due successi in due edizioni in corridori di casa vorranno provare certamente a ripetersi. L’indiziato numero uno è naturalmente Egan Bernal, che si presenta come capitano di una Ineos che per la prima volta schiera insieme vincitore dell’ultimo Tour e dell’ultimo Giro, vista la presenza anche dell’ecuadoriano Richard Carapaz, che potrebbe sia lavorare per il compagno che curare la classifica generale in prima persona.

Come già accaduto ai campionati nazionali, il rivale più accreditato di Bernal sarà Sergio Higuita (EF), che ha già dimostrato di stare bene e sicuramente non ci tiene a centrare un risultato importante davanti alla sua gente, in una selezione dove potrebbero cercare il colpo grosso anche Daniel Martinez, anche lui in un’ottima condizione di forma testimoniata dal successo nella prova a cronometro dei campionati nazionali, e il rientrante Rigoberto Uran, finalmente pronto al rientro dopo la brutta caduta alla Vuelta.

Stesso periodo in cui è rimasto ai box anche Fabio Aru (UAE Team Emirates), che cercherà soltanto di testarsi, lasciando verosimilmente il compito di fare classifica ai padroni di casa Sergio Henao e soprattutto Andrés Camilo Ardila, classe ’99 e giovane promessa del ciclismo colombiano, già capace di vincere il Giro Under 23 e pronto a mostrare le sue qualità anche tra i più grandi.

Alle sue spalle nella corsa rosa per i più giovani è arrivato il connazionale Einer Rubio (Movistar), che dovrà condividere i gradi di capitano con Carlos Bentancur. L’unico europeo in grado di poter vincere la classifica finale sembra essere Julian Alaphilippe , che è però ancora a caccia della migliore condizione e sarà il leader in salita (senza comunque sottovalutare la presenza di Bob Jungels) di una Deceuninck che ha anch’essa nella sua selezione una quota colombiana, rappresentata da Alvaro Hodeg, favorito numero uno per le frazioni con arrivo allo sprint.

La costante altura sarà un fattore da non sottovalutare e che gioca sicuramente a vantaggio delle squadre di casa o sudamericane in generale con corridori come Darwin Atapuma (Colombia Tierra de Atletas), Jose Rujano (Venezuela) e Rodolfo Torres (Team Illuminate), che potrebbero sfruttare a loro vantaggio le condizioni ambientali, senza dimenticare lo spagnolo Oscar Sevilla (Team Medellin) che ormai si allena a queste latitudini da così tanti anni da essere abituato all’altura quanto e più degli autoctoni.

Tanta curiosità anche intorno a Esteban Chaves, che, nonostante l’assenza della Mitchelton-Scott, sarà in gara con la maglia della nazionale colombiana e potrà cominciare a testarsi in salita con i migliori per capire cosa potrà aspettarsi da questo 2020 aperto con un quinto posto ai campionati nazionali.

Interessanti anche le selezioni delle formazioni italiane, dove non mancano corridori colombiani grazie alla decisione dell’Androni di puntare su Miguel Florez Daniel Muñoz, mentre puntano sul tricolore le altre formazioni con la Bardiani che schiera al via una formazione di tutti italiani in cui il nome più interessante è sicuramente quello di Marco Benfatto per le volate. Umberto Marengo sarà invece il leader per gli sprint della Vini-Zabù – KTM, con tanta curiosità anche per la presenza del classe ’99 neozelandese James MitriDavide Appollonio dovrebbe invece essere il leader dell’Amore & Vita – Prodir.

Borsino dei favoriti

***** Egan Bernal
**** Sergio Higuita, Richard Carapaz
*** Julian Alaphilippe, Daniel Martinez, Esteban Chaves
** Carlos Bentancur, Camilo Ardila, Sergio Henao, Bob Jungels
* Fabio Aru, Rigoberto Uran, Miguel Florez, Einer Rubio, Oscar Sevilla

Altimetrie  Tour Colombia 2020

 

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.