© Sirotti

GP Larciano 2019, le Voci alla Partenza: Pinot, Majka, Albasini, Visconti, Villella, Bagioli

Il GP Larciano 2019 chiude l’intenso week end di classiche toscane aperto dalle Strade Bianche. La competizione vede quest’anno la partecipazione di ben sette formazioni World Tour, con la presenza di corridori di altissimo livello come Thibaut Pinot (Groupama-FDJ) e Rafal Majka (Bora-Hansgrohe). L’Italia è comunque ben rappresentata dalle sue formazioni Continental Pro e dalle Continental, che hanno l’opportunità di mostrarsi su un palcoscenico internazionale. La redazione di CyclingPro.net ha sentito la voce di alcuni dei protagonisti attesi della corsa alla partenza di questa mattina.

Uno dei grandi favoriti è senza dubbio Thibaut Pinot, che tuttavia ha voluto allontanare la pressione: “La condizione è buona, quello di oggi è un bel percorso e noi abbiamo una squadra molto forte, con David Gaudu in gran forma. Vedremo se avrò le gambe per attaccare, se mi sento bene di sicuro ci proverò. Penso che comunque la squadra sarà più per David, è in una condizione migliore”.

I suoi rivali più temibili realisticamente arrivano dalla Bora-Hansgrohe, a cominciare da Rafal Majka: “Sono un po’ stanco dopo le Strade Bianche, ma sarà un bell’allenamento prima della Tirreno Adriatico. Oggi saremo tre capitani: io, Maximilian Schachmann e Gregor Mühlberger. Siamo noi tre che possiamo fare bene in questa corsa. Vediamo in quanti corridori arriviamo nella parte finale, i miei due compagni sono più veloci di me, io devo cercare di continuare”.

Dopo una presenza sfortunata nella classica senese, Maximilian Schachmann: “Le Strade Bianche mi hanno portato via molte energie anche per oggi, vedrò se sono riuscito a recuperare bene. Oggi vedremo come si svolgerà la corsa per capire chi tra me, Majka e Mühlberger sarà capitano. È una corsa lunga, con strade strette nel finale, vogliamo testare la nostra forza nel finale”.

L’Italia può contare su diversi corridori, a cominciare dall’esperto Giovanni Visconti. “Sto abbastanza bene, sicuramente non al top. Posso comunque fare bene oggi. Non sarò il capitano unico, Velasco sta dimostrando di poter andare forte e abbiamo anche altri corridori in forma che possono dare la zampata a sorpresa. Spero che Groupama-FDJ e Bora-Hansgrohe ci aiutino ad alzare il ritmo, sarebbe fondamentale per noi”.

Secondo nella passata edizione, anche Marco Canola è tra i protagonisti attesi della corsa: “Vorrei migliorare il risultato dell’anno scorso (fu secondo, ndr). Al momento ho dimostrato di avere un’ottima condizione, staremo a vedere come si evolverà la gara nel finale e nel caso proveremo a inserirci negli attacchi che crediamo potranno esserci a partire dal penultimo giro. Nel finale cercherò di sfruttare al meglio le mie capacità in volata. Mi aspetto che soprattutto la Groupama-FDJ solleciti l’andatura”.

Le gerarchie in casa Nippo sono confermate da Moreno Moser: “Oggi il capitano sarà sicuramente Canola, che l’anno scorso ha rischiato di vincere. Lavoreremo per lui, ma anche Lobato e Bagioli possono essere buone alternative”.

Nicola Bagioli potrà dunque cercare fortuna nel caso in cui la corsa si movimentasse prima dell’ultimo giro: “Ieri non ho sprecato molte energie perché sono stato abbastanza sfortunato, oggi spero di avere più energie di altri e sfruttare quelle che non ho sprecato ieri. Oggi abbiamo più carte da giocare, Canola in caso di arrivo in volata è il migliore tra di noi. In ogni caso ci si può muovere prima e provare ad anticipare. Vediamo come andrà la corsa”.

La nazionale italiana si presenta all’appuntamento con diversi corridori giovani, che potranno fare esperienza e correre in appoggio al più esperto Davide Villella: “La maglia della nazionale è una bella emozione, spero di fare una bella corsa, siamo un gruppo di giovani con tanti alla prima esperienza tra i professionisti. Io cercherò di tenere duro fino alla fine, vediamo come andrà. Non sono l’unico capitano, abbiamo anche Tizza. La corsa si deciderà negli ultimi due giri”.

Molto motivato anche Iuri Filosi, che potrà contare sul supporto dei propri compagni: “Oggi penso di stare bene, ho avuto una settimana difficile a casa per il maltempo ma spero di aver recuperato bene. Il mio obiettivo oggi è fare la corsa, proverò a stare davanti nel finale e giocarmela con i migliori. La squadra mi darà una mano, io spero di avere una buona gamba”.

La UAE Team Emirates punterà invece soprattutto su Kristijan Durasek, che potrà provare ad allungare da lontano: “Mi sento bene, vediamo come andrà la corsa e cerchiamo di gestirla bene. Se si arriva in volata abbiamo due uomini abbastanza veloci, io proverò ad anticipare perché in uno sprint non ho grandi chance”.

La Mitchelton-Scott schiera tanti ragazzi al fianco dell’esperto Michael Albasini, protagonista di una fuga all’UAE Tour: “Settimana scorsa ho corso l’UAE Tour, quindi devo vedere come risponde il mio fisico alle fatiche accumulate. Nei primi chilometri capirò come mi sento. Ci sono diverse salite, bisogna vedere come va la corsa e decidere come andrà la corsa”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *