Giro di Turchia 2021, sospiro di sollievo dopo la maxi-caduta: nessuna frattura per Belletti, Krieger, Lobato e gli altri

Il finale della quarta tappa del Giro di Turchia 2021 è stato condizionato da una brutta caduta. A volata lanciata, diversi corridori sono finiti bruscamente a terra, innescando una reazione a catena potenzialmente molto pericolosa che ha coinvolto una ventina di corridori, alcuni dei quali finiti contro e oltre le transenne che delimitavano la strada. Tra coloro che se la sono vista brutta c’è anche Manuel Belletti della Eolo-Kometa. Il 35enne velocista italiano, rientrato proprio in Turchia dopo la caduta alla Tirreno-Adriatico, è stato trasportato in ospedale per accertamenti che hanno escluso fratture. Fran Contador ha espresso tutta la propria frustrazione per aver perso un corridore importante: “Speriamo si riprenda subito”, ha affermato.

Tra gli altri corridori coinvolti risulta anche Alexander Krieger (Alpecin-Fenix), anche lui per fortuna senza fratture. È andata piuttosto bene anche a Juan José Lobato (Euskaltel Euskadi), che a sua volta se l’è cavata con qualche contusione e ferita, ma senza conseguenze maggiori. Partiti in ambulanza indossando un collare come l’azzurro, anche Noah Granigan (Wildlife Generation Pro Cycling) e Hijiri Oda (Nippo-Provence-PTS) sono fortunatamente riusciti ad evitare infortuni gravi: per entrambi qualche ematoma, escoriazione e sono stati necessari alcuni punti di sutura, ma gli esami non hanno rilevato conseguenze ulteriori.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *