© LaPresse

FCI, oggi il corso dedicato ai neoprofessionisti

Il primo professionista a staccare la tessera Federciclismo per il 2022 è Cesare Benedetti. Il corridore, classe 1987 e professionista dal 2010, vanta la doppia cittadinanza, italiana e polacca, ma ha optato per la tessera FCI. Sempre in tema di prime volte, domani mattina alle 9.30 in via Piranesi 46 a Milano, si tiene l’incontro dedicato ai neoprofessionisti, uomini e donne. Una curiosità statistica: dal 2002 al 2021 sono stati ben 505 i ragazzi passati nella massima categoria.

Per le ragazze, appartenenti ai team World Tour, si tratta delle prima esperienza all’incontro promosso dalla Scuola Tecnici della Federciclismo, in collaborazione con Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani (ACCPI) e Lega del Ciclismo Professionistico. Ad aprire gli interventi, Daniele Bennati e Paolo Sangalli, responsabili squadre nazionali strada Elite. Diversi i temi trattati come quelli relativi all’ADAMS e TUE, le tematiche sindacali con i diritti e doveri, le differenze contrattuali tra team italiani e stranieri, i ruoli a supporto del corridore professionista, l’assicurazione, le nuove norme UCI, longevità atletica, psicologia e comunicazione.

“Sono davvero felice che la giornata formativa potrà avvenire in presenza. L’idea di allargare il corso alle ragazze che passeranno in team World Tour è stata proposta da Alessandra Cappellotto e ben accolta da tutti, sarà una ‘prima mondiale’ e un grande orgoglio per ACCPI, una conquista importante”, commenta Cristian Salvato, il presidente ACCPI che per primo ha aperto le porte dell’associazione al gentil sesso, accogliendo il fondamentale impulso di Alessandra Cappellotto, rappresentante delle cicliste di tutto il mondo con il CPA Women e vicepresidente dell’assocorridori nazionale in carica.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *