Guerra Ucraina, il russo Pavel Sivakov rivolge un pensiero al popolo ucraino e condanna quanto sta facendo il suo stato

Anche il popolo ciclistico russo inizia a far sentire la sua voce in favore della pace. Pavel Sivakov, corridore in forze alla Ineos Grenadiers, ci ha tenuto, infatti, a condividere un messaggio in cui condanna l’azione di guerra che il suo paese sta portando avanti nei confronti dello stato ucraino. Le sue parole si aggiungono, quindi, a quelle dell’UCI, che ha invitato le parti coinvolte nel conflitto a cercare una soluzione diplomatica. Il vincitore del Tour of the Alps 2019 ha comunque voluto ricordare anche come buona parte del popolo russo non sia a favore della guerra e non abbia mai voluto tutto questo.

Queste sono le parole del ventiquattrenne: “Sono stati giorni difficili vedendo quanto sta succedendo. Prima di tutto voglio chiarire che sono assolutamente contrario alla guerra e non riesco a comprendere quanto sta accadendo in Ucraina, tutti i miei pensieri sono per il popolo ucraino. In secondo luogo vorrei anche che le persone capissero che buona parte dei russi desidera solo la pace e non ha mai chiesto che tutto questo accadesse, non dobbiamo essere odiati solamente per la nostra origine. So che queste poche parole non possono fare una grossa differenza per la situazione attuale, ma ci tenevo a condividerle. Pace”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button