L’UCI condanna qualsiasi forma di guerra e dimostra tutta la sua solidarietà al popolo ucraino

Il massimo organo dirigenziale del ciclismo ha invitato la Russia a cessare le ostilità e a cercare la via del dialogo

Anche il mondo del ciclismo si schiera al fianco del popolo ucraino. L’UCI, infatti, ha rilasciato un comunicato stampa di condanna delle ostilità che in questi giorni stanno contrapponendo Russia e Ucraina, invitando le parti a cercare una soluzione diplomatica. La federazione internazionale ha fatto sentire tutto il suo supporto alla popolazione oppressa, decidendo, come gesto simbolico, di innalzare la bandiera ucraina davanti al proprio quartier generale. Il massimo organo dirigenziale del ciclismo ci ha tenuto anche a ricordare il ruolo importante dello sport che, in più di un’occasione, si è dimostrato in grado di condurre verso la strada della pace e del dialogo. È stato anche sottolineato come l’UCI non ha in programma nessun evento sportivo nel territorio russo e bielorusso in questo 2022.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button