Ciclocross, Baloise Trek Lions e Toon Aerts dividono le loro strade dopo la positività: “Crediamo a lui, ma l’UCI non ha dato risposte definitive”

Toon Aerts non sarà tra i protagonisti di questa stagione di ciclocross. Il corridore belga era risultato positivo al Letrozolo lo scorso febbraio, ma non aveva ricevuto una sospensione dall’UCI, visto che per questa sostanza non è obbligatoria la sospensione. Tuttavia, il suo team, la Baloise Trek Lions, ha annunciato nella giornata di ieri di aver concluso il rapporto di lavoro in comune accordo con il corridore. La formazione belga ha spiegato di credere alla versione del corridore, ma di non voler creare situazioni spiacevoli visto che l’UCI non ha preso ancora una posizione definitiva sulla questione, non annunciando i risultati dell’analisi del campione B che il corridore aveva chiesto immediatamente.

“Purtroppo cominciamo la stagione senza Toon Aerts – è l’incipit del comunicato – E questo dipende tutto dal fatto che non c’è ancora una risposta definitiva dell’UCI. Noi abbiamo sempre creduto a Toon e alla sua difesa, abbiamo avuto accesso ai risultati della sua indagine e li troviamo credibili. Ma ad oggi, purtroppo, l’UCI non ha ancora preso una posizione definitiva. In queste circostanze, non è auspicabile per la squadra né per Toon stesso di cominciare. Che la cosa continui ad andare per le lunghe è un danno sia per Toon che per la squadra”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button