È morto Giovanni Iannelli: il 22enne pratese è caduto in volata al Circuito Molinese

Tragedia in corsa questo sabato. Giovanni Iannelli è morto questa mattina dopo essere essere stato ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Alessandria in seguito ad una terribile caduta nei cento metri conclusivi del Circuito Molinese, corsa dilettantistica di Molino dei Tarti. Un incidente terribile che da subito ha fatto emergere le condizioni critiche del ragazzo, trasportato immediatamente in ospedale tramite eliambulanza. Dopo due giorni in coma come conseguenza di un violente trauma cranico, questa mattina i medici hanno provato a togliere le sedazioni per indurre il corpo a reagire, ma non c’è stato niente da fare e tutti i tentativi sono stati vani.

La dinamica dell’incidente è ancora in corso di valutazioni, ma sembrerebbe che sia rotto un pedale prima dell’incidente, facendogli perdere l’equilibrio in maniera improvvisa. Per il corridore della Hato Green Tea Beer è stato dunque fatale l’impatto con un parapetto in cemento, che non ha potuto evitare, contro il quale il caschetto si sarebbe distrutto nell’impatto. Classe 1997, Giovanni era il figlio di Carlo Iannelli, noto avvocato di Prato, un tempo presidente della Ciclitisca Pratese 1927 e attualmente vicepresidente del Comitato Toscano della Federazione Ciclistica Italiana.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.